Gamma Seat 2020: nuova Leon ed El Born guidano la carica

La gamma Seat 2020 introdurrà due novità cruciali con la nuova generazione di Leon e la prima elettrica su architettura MEB. Verso il restyling il suv Ateca, Tarraco introduce l'ibrido plug-in

Dodici mesi di grandi novità, quelli che porteranno a delineare la gamma Seat 2020. Tra il rinnovamento di modelli già a listino, attesi al restyling di metà ciclo vitale, e prodotti inediti, l’offerta del marchio spagnolo assumerà un volto ancor più all’insegna dell’elettrificazione.

Una via “aperta” già nel finale del 2019, con l’introduzione sul mercato della citycar Seat Mii elettrica aggiornata nel sistema a batterie. Non mancherà una proposta ibrida plug-in con il suv medio Tarraco.

Due debutti centrali, più di altri, tuttavia, saranno nuova Seat Leon e l’inedita Seat El Born. Rappresentano le punte della gamma 2020, certo le più attese.

NOVITÀ SEAT 2020: TUTTA LA GAMMA

SEAT LEON

Nuova Seat Leon 2020
© Carscoops.com

La nuova generazione della berlina compatta ha offerto finora diversi spunti legati al design attraverso i muletti di sviluppo avvistati su strada. Si coltiverà il filone di uno stile spigoloso e sportiveggiante, su un’architettura MQB evoluta e strettamente legata alle soluzioni introdotte dalla Golf 8.

Vuol dire sviluppare una profonda elettrificazione che porterà le motorizzazioni 3 e 4 cilindri turbo benzina con mild-hybrid a 48 volt, la prima volta di una soluzione ibrida plug-in, oltre alle motorizzazioni turbodiesel e il nuovissimo bifuel a metano 1.5 litri.

Approfondisci: Nuova Seat Leon, spunti di Tarraco

La differenziazione tra i progetti Leon e Golf 8 sarà chiara nella lettura del design, fuori come all’interno, dove il rinnovamento tecnologico porterà i servizi connessi legati all’infotainment.

Quando scopriremo nuova Seat Leon? Un debutto al Salone di Ginevra appare più che probabile, per arrivare poi sul mercato in primavera, momento di un atteso cambio della guardia con l’attuale generazione, berlina e station wagon.

SEAT EL BORN

Seat El Born

Da un modello storico che affronta il passaggio alla nuova generazione a un modello inedito per Seat. El Born la conosciamo già per il racconto offerto dal concept. Non si discosterà molto da quella proposta la versione di serie. È la prima elettrica Seat a utilizzare l’architettura MEB e, se Volkswagen ID.3 si candida a essere la Golf dell’elettrico, con El Born il parallelo funziona affiancandola proprio alla Leon.

Leggi anche: El Born svela il volto MEB di Seat

Una berlina a batterie dalle dimensioni compatte, poco più di 4,25 metri in lunghezza e tratti estetici appuntiti e spigolosi che identificano il brand Seat. Arriverà in estate, lo farà con più opzioni di pacco batterie e una relativa autonomia di marcia differenziata. Un singolo motore elettrico garantirà potenze nell’ordine dei 200 cavalli.

SEAT MII ELETTRICA

Seat Mii elettrica

“Smarcate” le due novità più attese nella gamma Seat 2020, il fil rouge elettrico porta a dire di Seat Mii Electric. Diversa per base tecnica, dimensioni e target, la citycar dichiara un listino da poco più di 23.000 euro, sul quale vanno a inserirsi gli incentivi e i vantaggi su base regionale legati all’acquisto di un’auto elettrica. Vive a cavallo tra fine 2019 e il 2020, visto il lancio sul mercato a novembre.

Con un’autonomia dichiarata in 260 km nel ciclo WLTP, ce n’è abbastanza per coprire l’impiego-tipo di un’auto come Seat Mii, a strettissima vocazione urbana. Fuori città il limitatore è posto ai 130 orari, mentre la prontezza nello scatto breve è tipica delle elettriche.

Leggi anche: Seat Mii elettrica, da Francoforte all’assalto della città

Della versione con motore termico benzina conserva la capacità di carico di 251 litri nel bagagliaio, grazie all’installazione del pacco batterie sotto al pavimento. Batteria che può ricaricarsi anche da postazioni pubbliche, a una potenza massima di 40 kW, alternativa alle operazioni domestiche dalla presa a 230v.

SEAT IBIZA

Seat Ibiza

Per l’utilitaria di casa Seat si prospetta un 2020 in formazione classica. L’ultima generazione è nel pieno del proprio ciclo di vita e offre un’ampia gamma di motorizzazioni tra le quali scegliere.

Leggi anche: Le soluzioni per guidare Ibiza a noleggio

Dai 3 cilindri 1.0 TSI al TSI 1.5 sportiveggiante con i suoi 150 cavalli ma attento al tempo stesso all’efficienza, poiché dotato del sistema di disattivazione di parte dei cilindri durante la marcia soft.

Approfondisci: Come va la gamma Seat a metano? Il test

Seat Ibiza non fa eccezione nella strategia di una mobilità pulita attraverso le soluzioni bifuel a metano. L’opzione TGI 1.0 da 90 cavalli ha emissioni molto basse, 92 g/km di Co2, e consumi nell’ordine dei 3,2 kg/100 km.

SEAT ALHAMBRA

Seat Alhambra

In una gamma Seat 2020 che rinnoverà completamente l’offerta introducendo Leon, resta un progetto con qualche anno sulle spalle il monovolume Alhambra. I crossover e i suv catalizzano le preferenze in ogni segmento di mercato, così le classiche proposte tutto spazio e funzionalità che sono stati i monovolume cedono terreno e quote di mercato.

Leggi anche: XCellence, nuovo allestimento in casa Alhambra

Seat Alhambra è una proposta dalle dimensioni importanti, interpreta la missione nel segmento D con i suoi 4.85 metri di lunghezza e interni 7 posti, completati da un bagagliaio da 300 litri con tutte le sedute in posizione.

Il listino prevede motorizzazioni diesel in due livelli di potenza, il 2.0 TDI da 150 e 177 cavalli, anche con l’offerta di una trazione quattro ruote motrici 4Drive sull’unità più potente.

SEAT ARONA

Seat Arona

Modello simmetrico per posizionamento a Ibiza, Seat Arona è l’urban crossover che offre una visione diversa dalla consueta utilitaria berlina. Posizione di guida rialzata, un bagagliaio un po’ più capiente e la versatilità di interni con la panchetta posteriore scorrevole, sono i tratti distintivi del progetto.

Si inserisce in un segmento affollato, diverso ancora dai B-suv che navigano oltre i 4,20 metri di lunghezza. Ampia l’offerta di motorizzazioni, con più tipologie di alimentazione coperte: benzina TSI 1.0 e 1.5 litri, diesel 1.6 TDI e metano 1.0 TGI.

Leggi anche: Guidare Arona a noleggio, le soluzioni offerte

Quest’ultima proposta fa di Seat Arona il primo suv bifuel a metano introdotto sul mercato.

SEAT ATECA

Seat Ateca

Ancora suv, ma un paio di segmenti più in alto, per dire di Seat Ateca restyling. Il 2020 sarà l’anno del rinnovamento, atteso in estate.

Se le novità estetiche saranno perlopiù concentrate sul frontale, con una nuova calandra, più grande e diversa nella griglia, si naviga nel territorio dei rumours relativamente alla possibilità di un sistema ibrido plug-in o di motori turbo benzina mild-hybrid.

Leggi anche: Arona, Ateca, Tarraco, il tris suv è servito

All’interno sarà intorno all’infotainment che il suv compatto, prima proposta Seat, potrà sviluppare i contenuti e introdurre l’ultima generazione lanciata con Tarraco.

SEAT TARRACO

Seat Tarraco ibrida

Il suv medio Seat Tarraco aprirà il 2020 portando su strada l’ibrido plug-in. Già nei primissimi mesi dell’anno sarà disponibile il sistema composto dal motore termico benzina da 1.4 litri e la componente elettrica, per una potenza complessiva di 245 cavalli e 400 Nm. Valori sportivi che si riflettono in un’accelerazione pronta sullo zero-cento, con 7”4 il dato dichiarato.

Approfondisci: Quanto costa noleggiare Tarraco?

Grazie alla batteria da 13 kWh, Tarraco plug-in hybrid potrà percorrere oltre 50 km in modalità elettrica, secondo i dati anticipati da Seat.

Arricchirà una gamma che conta già le versioni benzina TSI 1.5 da 150 cavalli, 2.0 TSI 4Drive da 190 cavalli e il diesel 2.0 TDI da 150 cavalli.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia