22 Gennaio 2021

Geotab, le tendenze 2021 della smart mobility e gli insegnamenti della pandemia

Come hanno operato i fleet manager per superare la fase critica della pandemia e quali tendenze emergono dall'analisi dei dati. Geotab sottolinea l'importanza nel 2021 che avranno flotte più efficienti, condivise, elettrificate e connesse

Più efficienza, riduzione dei costi, maggiore ricorso ai dati a vantaggio di città sempre più smart. Dal modo in cui hanno operato le flotte in piena pandemia si può apprendere una lezione preziosa per l’immediato futuro. A parlare sono i dati raccolti dalla telematica a bordo dei veicoli, in un’analisi che Geotab e Webfleet Solutions hanno portato a sintesi all’interno del programma di recupero della mobilità commerciale.

geotab smart mobility 2021

Dati che dicono di un primo semestre 2020 in cui l’attività delle flotte ha toccato un -36% in Europa e in Italia, per risollevarsi in estate, a luglio, tornando nel nostro paese a valori precedenti alla pandemia.

GEOTAB E LE SCELTE DEI FLEET MANAGER

Numeri e informazioni che hanno un peso enorme non già in una lettura “a consuntivo”, bensì in chiave di pianificazione: dal “racconto” e l’analisi su come i fleet manager hanno operato nella massima incertezza dettata dal Covid-19, all’utilizzo dei dati ricavati dalla telematica per migliorare le operazioni in azienda e da parte delle istituzioni.

“Sicurezza, ottimizzazione dei costi e delle risorse, minor impatto ambientale sono temi da sempre protagonisti nel settore dei trasporti e della telematica, che assumono un ruolo ancora più cruciale in questo specifico momento storico. La pandemia da Covid-19 ha acuito una situazione di crisi i cui risvolti si vedranno ancora più nitidamente nel corso di quest’anno.

Approfondisci: La telematica sale a bordo. L’inchiesta 2020 Fleet Magazine

Saper sfruttare al meglio tutti gli strumenti tecnologici a disposizione sarà la chiave per riuscire a trasformare gli ostacoli in opportunità e agire da protagonisti in una nuova generazione di mobilità, caratterizzata dall’adozione di veicoli elettrici e ibridi e da soluzioni di sicurezza veicolare previsionale”, commenta Fabio Saiu, direttore di Geotab Italia e direttore della divisione europea Leasing e Renting dell’azienda.

LE TENDENZE 2021 DELLA TELEMATICA

Così, quale direzione indicano i dati ricavati dalla telematica? Geotab prospetta 5 tendenze destinate a svilupparsi nei prossimi mesi, che potrebbero scrivere un 2021 all’insegna dell’ottimizzazione delle risorse, di un’accelerazione nella transizione verso l’elettrificazione, di un utilizzo delle potenzialità offerte dal 5G, fino all’integrazione di servizi tra settori differenti, quali sono automotive e salute.

SFRUTTARE LA FLOTTA AL MEGLIO E APPIENO

ottimizzazione flotta veicoli Geotab

Efficientamento e ottimizzazione della flotta era tematica d’attualità già lo scorso anno, prima che intervenisse la pandemia. Al di là del semplice dato legato all’analisi dei consumi di carburante, si andrà ad approfondire la prestazione della flotta esaminando altri parametri: chilometri percorsi, numero di veicoli, dimensioni dei mezzi. Il risultato può trasformarsi in una pianificazione ottimale delle tratte e arrivare allo sfruttamento completo della capacità dei mezzi.

E se pianifichi in modo efficiente puoi ridurre i costi diminuendo il parco auto. Si attende poi una crescita della richiesta di furgoni per le consegne dell’ultimo miglio, frutto dell’accelerazione prodotta sui modi alternativi di consumare, ad esempio il ricorso più marcato ai servizi di delivery. Brevi consegne in aree urbane che vanno a braccetto con i veicoli commerciali elettrici: il 2021 vedrà un incremento della loro presenza nel parco auto delle aziende?

MENO VEICOLI, PIÙ CORPORATE CAR SHARING

I dati indicano anche la tendenza a un modello di mobilità aziendale destinato ad accelerare sul corporate car sharing. In presenza di un minor numero di mezzi – possibile con l’efficientamento della flotta – le aziende devono redistribuire le risorse. Il mercato ha registrato nei primi 6 mesi del 2020 un -36% nelle immatricolazioni di veicoli commerciali e industriali e con la crisi è stato rivisto il modello di utilizzo del veicolo personale incluso tra i benefit aziendali. Dall’analisi Geotab si creano le condizioni ottimali per una maggiore condivisione dei mezzi in azienda.

ACCOMPAGNATI VERSO L’ELETTRICO

veicoli elettrici in flotta Geotab

Veicoli che saranno sempre più elettrificati, ibridi ed elettrici a batteria. Qui la transizione dal modello di parco auto esclusivamente termico può essere accompagnata da servizi come Geotab Go Electric, proposta che indica ai fleet manager come operare l’inserimento dei veicoli elettrici all’interno della flotta.

INTELLIGENZA ARTIFICIALE E 5G AIUTANO LA SMART CITY

Mobilità elettrica e connessa, dove la telematica e i servizi come il tracciamento dei mezzi, l’analisi dello stile di guida, sono ormai elementi consolidati da tempo, disponibili per un’ottimizzazione della flotta. La quarta tendenza del 2021 potrebbe essere in una diffusione sempre più vasta delle potenzialità offerte da intelligenza artificiale e 5G. Possono diventare “fattori abilitanti” delle Smart Cities.

smart city geotab 5g AI

Al di là del proliferare di sensori, è la capacità di trasmissione e analisi quasi in tempo reale di una complessa mole di dati che può diventare uno strumento per le “città intelligenti” nella riorganizzazione dei flussi di traffico. Potrà avvenire dall’analisi di dati che siano sulla posizione dei veicolo, le condizioni meteo, i tempi di percorrenza, le condizioni di traffico, meteo, il verificarsi di eventi legati a singoli mezzi (un guasto, un incidente). È una vasta area da aggredire da parte delle aziende, funzioni da implementare e proporre per una mobilità ottimizzata nella Smart City.

DOV’È L’AUTO? I SENSORI AIUTANO SALUTE E AUTO 

telematica geotab

Infine, uno sguardo ancora alla gestione delle flotte per immaginare servizi integrativi, ovvero, dalla raccolta dati sfruttata prevalentemente a fini assicurativi – tracciamento dei mezzi, analisi del comportamento al volante – si può passare a un livello successivo che faccia ricorso all’Internet delle cose, l’integrazione di altri sensori (con costi destinati a ridursi) per ottenere vantaggi che siano legati alla diagnostica non solo dei mezzi, ma in un’ottica di salute e sicurezza dei guidatori che si integra con la mobilità.

Un ambito, quello del tracciamento dei veicoli, sul quale Geotab ha rilevato, nella fase della pandemia, una sensibilità accresciuta da parte dei fleet manager.

Tag

Leggi anche
Consigliati per te
Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia