Geotab e Webfleet Solutions insieme per monitorare la ripresa nelle flotte aziendali

Le imprese stanno ricominciando a lavorare in molte regioni, ma come sarà la ripresa? Webfleet Solutions e Geotab hanno raccolto e analizzato i dati di 3 milioni di veicoli connessi in Europa e Nord America.

L’attività delle flotte aziendali in Europa è calata del 36% durante la pandemia, mentre l’attività dei veicoli commerciali nordamericani è scesa solo del 20% nel suo momento di massima flessione.

I dati provengono dalla dashboard lanciata da Geotab e Webfleet Solutions, specialisti nella telematica dei veicoli. La dashboard analizza i dati di oltre 3 milioni di veicoli connessi, provenienti da oltre 100.000 clienti flotte, inclusi veicoli per la consegna dell’ultimo miglio, camion per trasporto a lungo raggio e veicoli di emergenza e di primo soccorso. Questi dati aiutano a visualizzare l’impatto del Covid sull’attività delle flotte e supportare gli sforzi della ripresa.

LA DASHBOARD

Analizzando e combinando i dati di oltre 3 milioni di veicoli connessi in tutto il mondo, Geotab e Webfleet Solutions sono in grado di offrire attraverso la dashboard per il recupero della mobilità commerciale nata dalla loro collaborazione un livello di informazioni esaustivo e completo, utile a supportare il processo decisionale di aziende e pubblica amministrazione nel recupero della mobilità commerciale post COVID-19. 

“L’attività di trasporto commerciale può e deve essere utilizzata come indicatore chiave della salute economica. Questa dashboard non serve solo come strumento per spingere la ripresa dal Covid-19, ma riflette la potenza dei dati dei veicoli connessi, che rappresentano uno strumento essenziale per supportare gli sforzi congiunti e globali tesi alla ripresa, valicando oceani, confini e industrie”
Neil Cawse, CEO Geotab

A partire dalla prima settimana di giugno, la dashboard fornisce aggiornamenti settimanali sullo stato delle attività di trasporto commerciale in Europa e Nord America per l’immediato futuro.

MONITORAGGIO DELLE FLOTTE AZIENDALI NEI DIVERSI PAESI

COSA DICONO I DATI

Esaminando l’attività dei veicoli commerciali in Europa e del Nord America, la dashboard fornisce informazioni dettagliate sul movimento dei veicoli delle flotte.

Leggi anche: Survey: emergenza Covid, cosa è successo nelle flotte?

Volendo, si possono dettagliare i dati della dashboard per valutare l’impatto di Covid su settori specifici quali l’edilizia, i servizi alle imprese e la logistica dei trasporti. L’attività di trasporto commerciale viene comparata settimanalmente ai livelli di base pre-Covid, per fornire un indicatore dello stato e del livello di recupero del settore.

Ripresa più veloce in Europa

In base ai dati forniti dalla dashboard per la ripresa della mobilità commerciale, l’attività dei veicoli commerciali in Europa ha subito un calo maggiore rispetto al Nord America, ma i livelli di ripresa sono più celeri nel Vecchio Continente.

Flotte aziendali

Comparando i livelli di attività dall’11 al 15 maggio con quelli che vanno dal 18 al 20 maggio si verifica un incremento del 4,6% dell’attività dei veicoli commerciali in Europa e un aumento del 2,2% dell’attività dei veicoli commerciali nel Nord America.

L’Italia è stato uno dei Paesi più colpiti dalla pandemia e ha ovviamente riscontrato una maggiore flessione delle attività delle flotte rispetto agli altri paesi europei.  

Tuttavia, l’attività delle flotte è già aumentata a partire da aprile e continua a evidenziare una crescita costante che al 22 maggio è arrivata già all’87% dei livelli pre-Covid.

I DATI DI GIUGNO

Dall’analisi delle ultime settimane (con riferimento all’ultimo aggiornamento della dashboard di lunedì 22/6), emerge che l’attività commerciale in Europa ha registrato una notevole ma graduale ripresa rispetto al periodo della pandemia.

Tuttavia, i dati relativi alla comparazione delle ultime settimane (8/6 – 14/6 rispetto a 15/6 – 21/6) mostrano una curva che si sta stabilizzando, con una percentuale di ripresa delle attività dei veicoli commerciali pari al 90,25%.

In Italia recupero al 96%

Per quanto riguarda le specificità del contesto italiano, il livello di recupero si attesta intorno al 96%, con piccoli e graduali miglioramenti registrati settimanalmente.

Secondo quanto emerge dai dati, il settore delle costruzioni italiano è quello che sta recuperando più velocemente raggiungendo – e in alcuni momenti superando – i livelli di mobilità pre-Covid. Il trasporto di merci, invece, è ancora lontano dalla situazione di normalità (intorno all’87%).

A livello europeo, il Bel Paese si annovera tra i Paesi più avanzati nella fase di recupero tra quelli presi in esame, preceduto solo da Germania e Francia rispettivamente al primo e secondo posto. Spagna e Regno Unito sono invece i Paesi che stanno registrando maggiori difficoltà di ripresa.

In un momento di forte incertezza come quello attuale, poter contare su dati concreti e aggiornati diventa cruciale per determinare dove e quando allocare le risorse man mano che il trasporto di merci e i servizi ritornano alla normalità.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia