3 Dicembre 2014

Nuova Hyundai i20: la prova su strada dei Fleet Manager

Le “piccole” del segmento B sono molto interessanti per la gestione delle flotte aziendali in ottica di downsizing. Per questo abbiamo provato la nuova Hyundai i20 a bordo con alcuni Fleet Manager, nel corso della alla presentazione internazionale della Hyundai i20 alla clientela business, a Malaga.

VIDEO: LA PROVA DEI FLEET MANAGER

LIVELLO SUPERIORE – Se da un lato le car policy guardano con sempre maggiore interesse vetture di “taglia minore”, dall’altro anche le auto dei segmenti inferiori cominciano ad ospitare a bordo livelli di tecnologia e comfort tipoci di categorie superiori. “La i20 è molto dotata da un punto di vista accessoristico”, conferma Maurizio Capogrosso, direttore del personale di Henry Schein Krugg, alla guida della i20 1.400 diesel a sei marce. “È ben rifinita, assolutamente confortevole, con un motore degno, considerando che è un euro 6”, commenta Capogrosso.

ABITABILITA’ E SICUREZZA – La nuova Hyundai i20 ha fatto il suo esordio ufficiale al Salone di Parigi 2014: progettata e sviluppata interamente in Europa, la nuova generazione della nota “segmento B” asiatica è più lunga, più bassa e più larga rispetto al modello precedente, rispecchia la filosofia della “Scultura Fluida” che caratterizza le vetture moderne del brand coreano, ed è caratterizzata da abitabilità al vertice della categoria, tecnologia e grande comfort di guida. Luigi Fanizzo, Facilities Controller e Fleet Manager di Epson Italia, sottolinea la sicurezza della vettura: “Credo sia adatta anche ai lunghi viaggi, mi sembra molto sicura e noto la bassa rumorosità. Questo veicolo di fascia B si posiziona abbastanza bene nella nostra car policy”.

 

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia