Nuova Discovery Sport, le impressioni dei clienti

Il lancio di un modello premium costituisce sempre una notizia importante in chiave di gestione del parco auto: per questo, al Salone di Parigi 2014, la nuova Land Rover Discovery Sport  ha attirato non solo l’attenzione di appassionati e fotografi, ma anche quella dei clienti di Jaguar Land Rover. Li abbiamo incontrati sullo stand del Costruttore inglese in compagnia di Paolo Daniele, direttore flotte dei due marchi, e abbiamo chiesto loro le prime impressioni sul nuovo Suv compatto di Land Rover. Che, rispetto al passato, presenta una novità di fondamentale importanza, la terza fila di sedili, che aumenta la versatilità del veicolo. Un aspetto chiave in ottica flotte aziendali.

VIDEO: INTERVISTA A PAOLO DANIELE E AI CLIENTI JLR SU DISCOVERY SPORT 

UN’OFFERTA SPECIFICA – Per quanto riguarda strategia di lancio della nuova Land Rover Discovery Sport, “Leasys ha creato un’offerta specifica”. A testimoniarlo è Claudio Manetti, che conferma l’appeal della vettura in ottica noleggio a lungo termine e gestione del parco auto,  “considerato che si tratta di un veicolo adatto alle aziende che hanno attenzione ai costi” e “in grado di tenere bene il suo valore nel tempo“. Tanta, infatti, è la tecnologia a bordo della nuova Discovery Sport: tra i vari dispositivi, spicca il sistema Active Driveline, che consente di abbinare la dinamicità di gestione di una due ruote motrici, quando ad esempio si viaggia in autostrada a velocità sostenuta, con le performance di una quattro ruote motrici, in particolare su terreni scivolosi

GRANDE APPEAL – D’accordo con Manetti  anche Enrico Panzeri di Fininvest, che esprime il punto di vista di una grande azienda sul modello di Jaguar Land Rover. “Da parte mia – osserva Panzeri – posso dire che questa vettura sia davvero valida in termini di appeal. Abbiamo fatto già quotazioni e abbiamo visto che il rapporto qualità/prezzo è interessante e che la vettura è davvero distintiva”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia