Sibeg, quando “green” fa rima con elettrico

La gestione del parco auto, oggi, riguarda anche e soprattutto il contenimento delle emissioni. In tal senso Sibeg, azienda imbottigliatrice e distributrice di bevande gassate sul territorio siciliano, punta a rendere la propria flotta sempre più “green”, attraverso un ambizioso progetto che riguarda le auto elettriche.

LA ROTTA INTRAPRESA – Da circa tre anni, Sibeg, nella gestione del parco auto, ha intrapreso la strada del “green e del downsizing, abbassando le cilindrate per ciascuna fascia di utilizzatori e determinando in questo modo una decisa riduzione delle emissioni di CO2, tema particolarmente caro all’azienda. “Ridurre l’impatto ambientale legato alle nostre attività – spiega Vito Pellegrino, buyer dell’azienda – è un obiettivo costante nella vita di Sibeg. La nostra azienda si impegna a migliorare continuamente e in modo efficace il proprio sistema di gestione ambientale, al fine di minimizzare e prevenire l’impatto derivante dalle sue attività, dai suoi prodotti e dai suoi servizi”.

UN FUTURO FULL ELECTRIC – Le zero emissioni sono molto di più che una frontiera, secondo Sibeg. Non a caso, Pellegrino, il primo aprile scorso, ha partecipato a e-vehicles Fleet Day, l’evento organizzato da Fleet Magazine per consentire ai Fleet Manager di testare le auto elettriche. Il progetto messo a punto da Sibeg prevede una flotta di 120 modelli a zero emissioni, che andrebbero ad aggiungersi all’attuale parco auto. Vetture destinate ai 120 agenti di commercio monomandatari che si recano quotidianamente nei punti vendita siciliani per curare gli interessi dell’azienda.“Sibeg – dichiara Pellegrino – intende essere protagonista di una vera ‘svolta elettrica’, che vuole essere la più rilevante in Europa per impatto, profilo di innovazione e dimensioni. Infatti, l’obiettivo è quello di essere la prima azienda in Italia a dotare la sua forza lavoro esclusivamente di auto ‘full electric’, al posto di quelle endotermiche attualmente in uso, per contribuire a diminuire sia le emissioni locali di CO2 sia l’inquinamento acustico”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia