Gruppo BPM, una flotta che guarda al green

Una gestione del parco auto sempre più orientata al green. E il noleggio a lungo termine come unica forma di acquisizione delle vetture. Sono queste le principali caratteristiche della flotta del Gruppo BPM. A parlarne con Fleet Magazine è il Buyer Acquisti dell’azienda, Massimiliano Re.

LA CAR POLICY – “Indicativamente – sottolinea Re – il Gruppo BPM ha circa 300 vetture suddivise in auto in pool, utilizzabili dall’intera rete commerciale, e auto in fringe benefit per i nostri dirigenti e/o commerciali”. E’ il renting la formula prescelta dall’azienda per la gestione del parco auto, fin dai primi anni Duemila. “La nostra car policy – evidenzia il manager – prevede contratti di 48 mesi/80mila km e tutte le auto sono acquisite con la formula del noleggio a lungo termine attraverso una partnership instaurata con una delle società principali a livello nazionale. Con quest’ultima siamo riusciti anche a stipulare una convenzione per i nostri dipendenti, così da iniziare a farli avvicinare al mondo del noleggio”.

ROTTA VERSO IL GREEN – Il green, inoltre, costituisce una vera e propria linea guida per il Gruppo BPM. “Nella nostra flotta – prosegue Re – sono presenti da diversi anni alcune vetture elettriche con il brand BPM utilizzate principalmente come collegamento tra la nostra sede legale di Piazza Meda, nel pieno centro di Milano, al Centro Servizi, situato nella circonvallazione milanese”. E in vista del futuro? “Stiamo già puntando ad acquisire più vetture ibride – risponde Re -. I vantaggi? Inquinano meno e a Milano possono attraversare gratuitamente l’Area C”. Plus non da poco, considerando che gli spostamenti dei dipendenti della Banca si svolgono soprattutto all’interno del capoluogo lombardo.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia