DS5, al volante dell’ammiraglia La nostra prova su strada

La nuova DS5, da poco sul mercato, è un modello interessante per le aziende, nell’ottica della gestione del parco auto. Abbiamo provato la BlueHDi 180 S&S EAT6 “1955” (edizione limitata per i 60 anni della DS) e la Hybrid 4×4 ETG6 Sport Chic. L’interno ci accoglie con sedili in pelle (lavorata come il cinturino di un orologio, sulla limited edition “1955”). Nulla è lasciato al caso. Dalle finiture ai dettagli. Si viaggia comodi. Lo spazio non manca. Sulla versione normale la capacità del bagagliaio è di 468 litri, mentre sulla ibrida scende a 325 litri (per via degli ingombri delle batterie).

VIDEO: TEST DRIVE NUOVA DS5

PRESTAZIONI – I nuovi ammortizzatori permettono di attenuare le imperfezioni della strada e ridurre i sobbalzi. A beneficiarne è il comfort di marcia. Unico neo, il cambio (automatico per la 2.0 BlueHDi 180 S&S, robotizzato per la 2.0 Hybrid 4×4). Si percepisce il “buco” di potenza durante le cambiate, soprattutto sulla ibrida. Più fluida, in paragone, la trasmissione sulla BlueHDi. Legittimo aspettarsi un po’ di più pure come prestazioni, considerata la coppia massima (400 Nm per la BlueHDi 180, 300 Nm per il motore termico della Hybrid, che conta anche su 200 Nm dell’elettrico) e la potenza disponibile (181 CV per la prima, 200 CV per la seconda). Se ne avvantaggiano, ovviamente, i consumi, ma anche le emissioni (4,3 l/100 km e 110 g/km di CO2 per la BlueHDi 180, 3,5 l/100 km e 90 g/km di CO2 per la Hybrid 4×4). Un aspetto da tenere in considerazione nella gestione del parco auto, visto che influenza il TCO.

SENSAZIONI – Al volante si apprezza lo sterzo, che trasferisce un buon feedback ed è decisamente leggero. Buono anche il comfort acustico, grazie alla riduzione delle vibrazioni. Nell’insieme l’abitacolo regala l’atmosfera giusta, complici l’ottima insonorizzazione e il clima ideale assicurato dal climatizzatore bi-zona. Altre motorizzazioni disponibili per la nuova DS5: 1.6 THP 165 S&S EAT6 (l’unico motore a benzina), 1.6 BlueHDi 120 S&S e 2.0 BlueHDi 150 S&S (entrambi con cambio manuale a sei marce).

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia