8 Febbraio 2016

“Green Prix 2016” tra conferme (LEAF) e il dominio ribadito della Fiesta a GPL

Sono stati Nissan e Ford, insieme a FCA e Toyota, i protagonisti dei “Green Prix 2016”, i premi attribuiti nel contesto della quinta edizione di “No Smog Mobility“, la kermesse organizzata dal 2011 a Palermo dai giornalisti Gaspare Borsellino e Dario Pennica, che approfondisce le tematiche legate alla mobilità eco-sostenibile.

Per l’occasione, ad ognuno dei modelli selezionati dalla giuria presieduta dal giornalista Italo Cucci sono stati abbinati dieci alberi (per un totale di 60 piante), per la precisione platani secondo un’idea di Massimo Borio, che saranno collocati all’interno della locale cittadella universitaria, che ogni anno ospita la manifestazione.

“L’UNICA RISPOSTA CONCRETA”

“La nostra LEAF si conferma ancora una volta la vettura 100% elettrica più premiata al mondo – ha dichiarato, all’atto di ricevere il premio, Luisa Di Vita, Direttore della Comunicazione di Nissan Italia -. La mobilità a zero emissioni è l’unica risposta concreta, efficace e strutturata ai problemi crescenti dell’inquinamento urbano. Per queste ed altre ragioni sta crescendo in Europa sensibilmente, laddove gli Stati ne abbiano compreso le potenzialità”. Di recente Nissan LEAF è stata eletta “Auto elettrica dell’anno 2016” dalla FIPA – la Federazione Interamericana che raggruppa i giornalisti del settore automotive.

Non poteva mancare un accenno agli interventi in materia di mobilità zero emissioni ancora da svolgere in Italia. “Auspichiamo che si doti di condizioni necessarie – ha ripreso Di Vita -, quali la realizzazione di infrastrutture di ricarica pubbliche e forme di defiscalizzazione all’acquisto dei veicoli come avviene per altri beni che contribuiscono all’efficienza energetica”.

Giunta a festeggiare la terza generazione, forte delle oltre 200mila unità commercializzate sino ad oggi in tutto il mondo, LEAF e i clienti Nissan hanno già percorso, come informano dal brand, l’equivalente di 2.600 volte la distanza tra Terra e Luna, andata e ritorno. L’elettrica del costruttore giapponese ha evitato, dal lancio cinque anni fa, il disperdersi nell’aria che respiriamo di più di 328mila tonnellate di CO2.

“UN VENTAGLIO DI SOLUZIONI”

L’attenzione all’ambiente è un tratto che contraddistingue anche un’importante Casa americana, premiata ai “Green Prix 2016” per la variante a GPL della Ford Fiesta, l’auto a Gas di Petrolio Liquefatto (così l’acronimo) più acquistata sul mercato italiano, per il secondo anno consecutivo, nel 2015. Sul totale delle oltre 40mila immatricolazioni relative alla bestseller del brand, un quarto circa sono state generate proprio grazie a quella alimentazione.

“Il primato della Ford Fiesta tra le auto a GPL sottolinea l’impegno dell’Ovale Blu nell’offrire ai propri clienti un ventaglio di soluzioni per guidare ‘green’, scegliendo tra tecnologie, tutte a elevata efficienza, adatte a ogni abitudine e stile di guida – ha commentato nell’occasione Domenico Chianese, Presidente e AD di Ford Italia -: offerte trasversalmente alla gamma, oltre alla motorizzazione GPL, (troviamo) il 3 cilindri benzina EcoBoost 1.0, pluripremiato ‘Motore dell’Anno’, i diesel TDCi ai vertici della categoria per efficienza, e le propulsioni alternative a impatto ambientale minimo o nullo, sia ibrido-elettriche che elettriche”.

Gli altri modelli a ricevere il “Green Prix 2016” sono stati, per il marchio Fiat, la 500 L a gasolio e la Panda nelle varianti benzina e bifuel (benzina/metano) e, per la “Casa delle Tre Ellissi”, la Toyota Yaris ibrida.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia