Dai veicoli elettrici agli LCV: le strategie di Hertz per il 2018

Per il 2018 l’obiettivo di Hertz è di “essere al fianco dei clienti negli aeroporti, nelle stazioni dell’Alta Velocità e in città attraverso un network che continua a espandersi in questa direzione, puntando sia al prodotto e sia al servizio”.

noleggio a breve termine Hertz

La testimonianza è di Massimiliano Archiapatti, amministratore delegato di Hertz Italia. Nel listino della società, tra gli LCV, si trovano anche van elettrici (Nissan e-NV200, Peugeot Partner e Citroën Berlingo), ideali per consentire la circolazione all’interno delle zone ZTL o nei centri storici che hanno adottato provvedimenti anti-inquinamento.

Approfondisci: Alfa Romeo Stelvio entra nell’offerta della società

HERTZ: CAMBIAMENTO E INNOVAZIONE

Il 2017 si è chiuso con riscontri positivi. A partire dal ritorno, nel novero della clientela internazionale, dei driver statunitensi o comunque provenienti da Paesi molto lontani  dal nostro, che si è comunque qualificato come  la quinta destinazione preferita a livello globale.

La pressione sui prezzi non è valsa da elemento disincentivante. Il cambiamento e l’innovazione, i due vettori che hanno guidato l’esercizio della società che si occupa di noleggio a breve termine, si sono tradotti in una serie di novità di prodotto, attraverso cui Hertz ha provato a rispondere in maniera ancor più puntuale alle esigenze degli utenti del servizio.

Leggi anche: Massimiliano Archiapatti presidente reggente di Aniasa

VETTURE E VEICOLI COMMERCIALI

“Selezione Italia by Fun Collection incarna a pieno titolo questo concetto – ha dichiarato Archiapatti – Crediamo che sia fondamentale l’attenzione al cliente (sia leisure, sia business) come persona, dall’accoglienza al suo arrivo, all’assistenza durante il noleggio, al rientro fino al noleggio successivo.  Vogliamo essere per lui un vero e proprio compagno di viaggio per renderlo memorabile. La tecnologia non sostituirà mai la relazione con gli utenti”.

Non ci sono state però solo le autovetture al centro della strategia aziendale. “Il settore dei veicoli commerciali è uno dei nostri fiori all’occhiello – ha sottolineato Archiapatti – Abbiamo investito molto in questa area, perché siamo convinti che sia la clientela professionale sia quella leisure che vi si rivolge rappresenti un target molto particolare, esigente e che richiede una preparazione ad hoc”.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia