19 Febbraio 2020

Horizon: un nuovo “attore” nel panorama del noleggio auto

Horizon è un vero e proprio Mobility Hub nato per iniziativa di due importanti dealer lombardi (Denicar e Autorigoldi) e Luca Cantoni, ex responsabile flotte del Gruppo FCA. Ecco l'innovativo modello di business della società.

Il progetto è nato dall’unione imprenditoriale tra due concessionari lombardi che da anni coltivano il business del noleggio a lungo termine, Denicar (dealer FCA e Opel) e Autorigoldi (dealer Volkswagen e Skoda), e Luca Cantoni, fino all’autunno scorso responsabile flotte del Gruppo FCA.

Luca Cantoni Horizon

Si chiama Horizon – nome che deriva proprio dalla volontà di esplorare i nuovi orizzonti della mobilità – ed è una nuova realtà nel panorama del renting (l’avventura è partita ufficialmente da poco più di un mese): un’azienda di servizi, che può essere definita “un Mobility Hub”, in grado di offrire, con un innovativo modello di business, il noleggio a una clientela variegata, che spazia dalle medie imprese ai privati.

“In un certo senso – spiega Cantoni, Ceo di Horizon – noi rappresentiamo l’evoluzione del ruolo del dealer, che sta diventando a tutti gli effetti un erogatore di servizi. Lo showroom e altri touchpoints fisici, come l’officina, oggi diventano la base di lavoro per offrire un valore aggiunto ai clienti”. 

Approfondisci: concessionari e noleggio, a che punto siamo? I risultati della nostra survey

LA NASCITA DI HORIZON

“Il progetto di Horizon nasce principalmente da due differenti, ma allo stesso tempo correlate, visioni strategiche. Dal punto di vista del cliente, abbiamo voluto adottare un cambio di prospettiva, mettendoci dalla sua parte per meglio interpretare i suoi bisogni, aspettative e desideri” spiega Cantoni, riferendosi al fatto che “in questo momento di evoluzione del mercato automotive, i clienti (aziende, professionisti o privati) sono alla costante ricerca di figure commerciali in grado veramente di affiancarli nel processo di cambiamento in atto (in termini di tecnologie e soluzioni innovative di gestione della flotta). Il concessionario, grazie al radicamento sul territorio, può rispondere al meglio a questa necessità”.    

Dal punto di vista del dealer, invece, continua Cantoni, “Horizon nasce dall’idea, ormai consolidata, che è giunta finalmente l’ora di puntare su tre canali di business strategici, il digital, il noleggio e il B2B, in un modo nuovo, ovvero facendoli confluire in un brand a parte e, addirittura, gestendoli attraverso un progetto imprenditoriale a sé stante, per quanto naturalmente collegato concretamente con il network del dealer stesso”.

Sede Horizon Trezzano sul Naviglio
La sede di Horizon a Trezzano sul Naviglio (Milano).

MODELLO DI BUSINESS

“Noi gestiamo la parte attiva di proposizione e di vendita del noleggio a lungo termine, mentre la cosiddetta ‘parte passiva’, ovvero la gestione in background degli ordini che le società di renting ci inviano, è affidata alle singole concessionarie” chiarisce il Ceo di Horizon.

Non si tratta, quindi, né di un broker, né di un dealer, bensì di “un Mobility Hub in grado di erogare il noleggio sia direttamente, dato che abbiamo una flotta di circa 400 veicoli di nostra proprietà (che utilizziamo prettamente per lo short term e il pre-leasing), sia soprattutto attraverso le partnership che abbiamo instaurato con tutte le principali società di Nlt e, in particolare, con le ‘captive’ Leasys e Volkswagen Financial Services. Rivolgendoci anche a un target di medie e grandi aziende, abbiamo infatti necessità di proporci e presentarci ai clienti con la forza di brand affermati”.

Leggi anche: chi sono i nuovi attori del noleggio a lungo termine?

MOBILITY HUB

Chiediamo a Cantoni in quali aspetti Horizon si differenzia da un broker. “Rispetto ad un broker, che gestisce la quotazione e il contratto del noleggio, noi siamo in grado di offrire in più, in particolare per i brand che rappresentiamo, l’esperienza di showroom nella scelta della vettura, con possibilità, ad esempio di effettuare test drive, tutta la parte di assistenza e post-vendita, la gestione della flotta in short term e, addirittura, la ricarica delle auto elettriche sottolinea il manager.

“Inoltre il cliente che si affida a noi, con un solo ‘touchpoint’ commerciale, può avere tutte le risposte alle sue domande ed esigenze, dal servizio al ferro, oltre alla possibilità di gestire, anche attraverso un’app, la fase dell’assistenza” precisa Cantoni.

Il progetto Horizon è nato per offrire il noleggio soprattutto alle aziende, ma la società si sta organizzando, attraverso il sito, anche per arrivare sempre di più ai privati. “Il mix attuale è costituito per il 50% da aziende con flotte da 5 a 500 auto, per il 30% da pmi e liberi professionisti e per il 20% da privati” conclude Cantoni.

(L’intervista completa a Luca Cantoni sarà pubblicata sul numero di marzo di Fleet Magazine)

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia