Hyundai Ioniq 2019: più autonomia per l’elettrica, ibride super-connesse

La gamma Ioniq affronta il passaggio del rinnovamento a metà ciclo vitale. Tanto elettrica che ibrida e ibrida plug-in introducono migliorie sulla componente elettrica, i servizi connessi e i sistemi di assistenza alla guida

Interpreta tre modi di essere green, Hyundai Ioniq 2019. La formula è quella consolidata, dal 2016, di una berlina compatta proposta in versione ibrida o ibrida plug-in, oppure, elettrica a batterie.

Hyundai Ioniq ibrida 2019

HYUNDAI IONIQ 2019, LE NOVITÀ

Si rinnova, lo fa ritoccando un po’ lo stile, tra maglie della calandra differenti, nuove luci diurne a led. Poi c’è il dato tecnico che conta maggiormente, l’evoluzione del pacco batterie sulla proposta Hyundai Ioniq Electric 2019, l’offerta di un infotainment con navigazione connessa, l’introduzione della frenata rigenerativa regolabile sulle due Hybrid.

Leggi anche: I 10 segreti di Hyundai Kona elettrica

Così, da luglio, andrà sul mercato italiano, si dovrà attendere il mese di settembre per guidare il rinnovamento Ioniq elettrica 2019.

IONIQ IBRIDA CON FRENATA RIGENERATIVA REGOLABILE

La proposta compatta di Hyundai (4,47 metri in lunghezza) introduce sulle varianti ibride il sistema di recupero d’energia in frenata con palette dietro il volante, attraverso le quali gestire l’intensità della frenata rigenerativa. Il dispositivo, su Ioniq elettrica, opera diversamente, con una modularità variabile e gestita dall’elettronica.

Frenata rigenerativa di Hyundai Ioniq ibrida 2019

HYUNDAI BLUE LINK PER LA GESTIONE VIA APP

Ibride che beneficiano della connessione tramite Hyundai Blue Link per operare dallo smartphone sul veicolo. Si potrà gestire la chiusura centralizzata, verificare lo stato di carica della batteria, programmare i cicli di ricarica e regolare la climatizzazione all’interno dell’abitacolo. Funzioni possibili anche su Hyundai Ioniq Electric che, in aggiunta, offre l’accensione e spegnimento dell’auto via app.

AUTONOMIA DI HYUNDAI IONIQ PLUG-IN HYBRID 

I dati tecnici specifici delle proposte ibride ruotano intorno all’unità termica, benzina da 1.6 litri, comune: 105 cavalli e 147 Nm di coppia. Comune è anche il valore di sistema, una potenza di 141 cavalli e 265 Nm, ottenuto ricorrendo a due motori elettrici e pacchi batterie differenti.

Ioniq Hybrid adotta un motore da 32 kW (43,5 cv) e 170 Nm, con batteria da 1,56 kWh. Plug-in Hybrid, invece, adotta un motore da 44,5 kW (60,5 cv) e batteria da 8,9 kWh, grazie alla quale Hyundai prevede di ottenere un’autonomia nel ciclo WLTP di 52 km in elettrico.

Approfondisci: 7 giorni con Hyundai Ioniq Plug-in Hybrid

HYUNDAI IONIQ ELECTRIC, AUTONOMIA EXTRA CON I 38 KWH

I vantaggi maggiori, in termini di percorrenze per singola carica, li ottiene Hyundai Ioniq elettrica. Il model year 2019 incrementa la capacità delle batterie, da 28 a 38,3 kWh, un miglioramento dell’energia disponibile pari al 36%. Batteria ricaricabile attraverso un caricatore di bordo potenziato, da 7,2 kWh (+0,6 kWh), che renderà possibile le operazioni da stazioni a 100 kW in 54 minuti, per ottenere una carica dell’80%. Le previsioni Hyundai sono di un’autonomia nel ciclo WLTP di 294 km.

INFOTAINMENT, NAVIGATORE CONNESSO E SCHERMO SPLIT

Interni di Hyundai Ionic 2019

Archiviata la parentesi tecnica, il rinnovamento della gamma Hyundai Ioniq, ibrida ed elettrica, vede l’introduzione del tasto eCall per la chiamata d’emergenza – automatica in caso di incidente, con attivazione degli airbag –, l’offerta gratuita per 5 anni dei servizi in tempo reale (meteo, parcheggi, autovelox, traffico, punti di ricarica), se l’infotainment prescelto è nella variante con navigatore satellitare. Inoltre, il display centrale è proposto nella specifica da 10,25 pollici, ampio schermo con modalità Split Screen per operare su due differenti funzioni allo stesso tempo.

Leggi anche: La ricerca Hyundai su cockpit virtuale e volante touch

Detto dell’offerta del Multi-Bluetooth – consente il pairing con due smartphone e lo streaming audio a scelta – la multimedialità prevede anche i comandi vocali con riconoscimento basato su dati cloud.

Il display della strumentazione, invece, è da 7 pollici di serie su Hyundai Ioniq Electric, personalizzato con un’illuminazione differente in funzione della modalità di guida.

ADAS DI HYUNDAI IONIQ, ARRIVA L’ECO ASSISTANT

Gli interni si rinnovano nelle modanature, nel disegno della plancetta del clima e l’intera area centrale, nonché con l’offerta di quattro alternative di rivestimento in pelle. Infine, capitolo sistemi di assistenza alla guida.

Non manca nulla all’offerta Ioniq, tra cruise intelligente con stop&go, mantenimento della corsia, del centro della corsia, frenata con rilevamento pedoni e ciclisti, rilevamento della stanchezza del guidatore.

Interessante l’ausilio dell’Eco Driving Assist Coasting predittivo, in grado di suggerire al guidatore quanto avviare la fase di coasting in base al percorso: istruzioni possibili grazie all’incrocio dei dati del navigatore, sulla presenza di salite e discese lungo il tragitto

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia