Hyundai Kona: tre anime per il Business

Diesel, Full Hybrid o Electric: la Hyundai Kona presenta tre diverse declinazioni che soddisfano le più svariate esigenze delle flotte aziendali. A spiegarci le loro peculiarità è Gabriele Costantino, fleet manager di Hyundai.

Tre anime, un solo Dna: quello votato a soddisfare le esigenze delle flotte aziendali. Hyundai Kona è certamente una punta di diamante all’interno dell’offerta della Casa coreana. Lo è perché è un Suv, ma soprattutto perché offre tre differenti declinazioni: diesel, Full Hybrid o EV (elettrico puro).

Questa caratteristica regala ai Fleet Manager una varietà di scelta senza pari nel segmento dei B-Suv

Hyundai Kona Electric flotte aziendali

“La Kona appartiene ad una delle categorie maggiormente in crescita sia nel mercato italiano sia nel mercato più specifico delle flotte. Sicuramente il suo appeal è favorito dalle tre diverse declinazioni: termica, Full Hybrid e elettrica dichiara Gabriele Costantino, fleet manager di Hyundai.

Hyundai Kona diesel

TUTTI I PLUS DI HYUNDAI KONA PER LE FLOTTE AZIENDALI

I plus di Hyundai Kona sono diversi, secondo Costantino. “Stiamo parlando di una vettura con tre differenti motorizzazioni, che incontrano le necessità di tutti i clienti aziendali: si va dal motore termico, ideale per chi percorre quotidianamente tanti km, al Full Hybrid, che è in grado di offrire prestazioni, in termini di consumi, equiparabili a quelle del diesel, fino al propulsore elettrico, che con le due versioni, rispettivamente da 39 kW e 64 kW, ci consente di rispondere alle esigenze di mobilità di una clientela variegata” sottolinea Costantino.

Hyundai Kona Electric

TCO e valori residui sono due punti di forza. “In questo ambito, Kona si posiziona ai massimi livelli nel proprio segmento. La versione elettrica, in particolare, supera di 6 punti percentuali la media dei B-Suv, attestandosi intorno al 50% dopo tre anni” spiega ancora il fleet manager di Hyundai.

Approfondisci: il nostro test drive della Kona elettrica

UNA GAMMA IN CRESCITA

La gamma elettrificata di Hyundai si sta ampliando sempre più e strizza l’occhio alle flotte aziendali. “Già oggi abbiamo elettrificato il 90% della nostra gamma, spaziando da tutte le declinazioni di ibrido (Mild Hybrid, Full Hybrid e Plug-in Hybrid) all’elettrico puro, fino all’idrogeno. Oggi, per quanto riguarda le aziende, assistiamo in particolare a una grande richiesta per il Full Hybrid e ad un interesse sempre maggiore per il Full Electric” continua Costantino.

Hyundai Kona Hybrid

In questo contesto, l’obiettivo dichiarato della Casa coreana per i prossimi anni è quello di “rispondere alle esigenze del cliente aziendale, cercando di offrirgli tutte le nuove tecnologie, sia quel che abbiamo già in gamma, sia quelle che stiamo studiando per il futuro”.

Leggi anche: ecco come funzionano i motori ibridi

Un esempio è l’idrogeno. “Hyundai è il primo Costruttore ad aver prodotto di serie un Suv a idrogeno – conclude il manager -, che permette di percorrere 700 km con un pieno e di effettuare un rifornimento in 3 minuti. Un modello che, quindi, offre i vantaggi dell’elettrico, eliminando al tempo stesso le paure più comuni dell’utilizzatore. A livello di mercato, dobbiamo dire che in Italia le infrastrutture sono ancora carenti (l’unica stazione di rifornimento funzionante per le auto è a Bolzano), ma noi continueremo a puntare su questa tecnologia, perché crediamo che possa essere davvero l’alternativa ideale per il futuro della mobilità”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia