Hyundai Kona Hybrid, quattro sfumature di suv

E' il turno della proposta full-hybrid, in casa Kona. Il sistema spicca per efficienza e consumi ridotti, meno per prestazioni assolute. Kona Hybrid colma il "vuoto" tra le versioni termiche convenzionali e l'alternativa elettrica

Benzina e diesel da un lato. Elettrico dall’altro. Prende un po’ dell’uno e un po’ dell’altro, un pizzico di termico e un tocco di elettrico, Hyundai Kona Hybrid. Bifuel a parte, l’offerta del suv urbano copre tutti i fronti.

HYUNDAI KONA IBRIDA

Hyundai Kona Hybrid 2019

E, da agosto, mese di lancio sui mercati europei, si presenterà con una soluzione che abbina il motore termico benzina, aspirato da 1.6 litri con iniezione diretta alla componente elettrica.

Valgono, rispettivamente, 105 e 43,5 cavalli, 147 e 170 Nm, esaminati singolarmente. Ma il full-hybrid di Hyundai va letto quale sistema elettrificato, così ecco 141 cavalli e 265 Nm di coppia, espressi ricorrendo a una trasmissione doppia frizione 6 marce.

CONSUMI SMALL, EFFICIENZA MASSIMA

Massima attenzione all’efficienza e ai consumi, che sono dichiarati nell’ordine dei 3,9 litri/100 km nel ciclo combinato WLTP, valore che ripaga ampiamente di prestazioni certo non da suv sportivo.

Missione affidata a Kona 1.6 turbo benzina, peraltro. Con 160 km/h e 11”2 in accelerazione da 0 a 100 orari, Hyundai Kona Hybrid privilegia la fluidità di marcia e l’efficienza.

Aspetti chiari quando scorri l’elenco delle caratteristiche e leggi della modalità Eco con un coasting evoluto, che notifica al guidatore quando alzare il piede dal gas per sfruttare l’abbrivio e permettere la rigenerazione delle batterie. Tra i 40 e i 160 km/h, fa affidamento anche alle informazioni ricevute dal navigatore satellitare per staccare la massima efficienza dal sistema.

Leggi anche: 7 giorni con Hyundai Kona, il test del turbo 1.0

Indicazioni arricchite dal navigatore alle quali ricorre anche la gestione predittiva dell’energia, ottimizzando le fasi di ricarica delle batterie e utilizzando appieno la quota di energia residua in funzione del percorso (salite, discese, passaggi urbani). La componente elettrica si alimenta da una batteria agli ioni di litio da 1,56 kWh e 240v di tensione.

Approfondisci: I 10 segreti di Kona Electric

INFOTAINMENT KONA HYBRID

Interni di Hyundai Kona ibrida 2019

Vista la centralità della navigazione satellitare, logico accessorio diventa il sistema infotainment da 10,25 pollici, con navigatore e servizi connessi (gratuiti per 5 anni). È un optional, alternativo al sistema di serie da 7 pollici e interfaccia Apple CarPlay e Android Auto.

Leggi anche: Quanto costa noleggiare Hyundai Kona?

Connettività che, Kona ibrida, sviluppa attraverso il sistema Hyundai BlueLink, grazie al quale gestire l’auto via app, tra apertura e chiusura delle portiere e ulteriori informazioni sullo stato del veicolo.

INTERNI DI HYUNDAI KONA HYBRID

All’interno del suv ibrido, le novità specifiche della versione elettrificata passano da una strumentazione digitale con indicatori sull’efficienza in marcia e l’offerta di un head up display optional. Tante opportunità di personalizzazione, che spaziano dai sedili ventilati al volante riscaldato, sedute anche con regolazione elettrica e riscaldamento integrato, tanto sui posti anteriori che posteriori.

Il comparto dei sistemi di assistenza alla guida può arricchirsi del dispositivo di mantenimento del centro corsia, Lane Following Assist operativo in abbinamento al cruise control adattivo, per una guida più rilassata in autostrada, grazie anche alla presenza della funzione stop&go.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia