27 Marzo 2020

Test drive Hyundai Tucson, la prova del 1.6 turbodiesel mild hybrid

La Hyundai Tucson è il primo modello del marchio ad adottare l’ibrido leggero. Abbiamo provato il Suv ibrido bestseller del brand, con sistema mild hybrid a 48 Volt, per scoprire come va. Trazione anteriore e cambio manuale a sei marce. L'allestimento è quello N Line, il più sportivo. Ecco il test drive della Hyundai Tucson ibrida.

Test Drive effettuato prima del DPCM del 4 marzo

Con l’inasprimento dei limiti sulle emissioni, la tecnologia mild hybrid sta prendendo sempre più piede sul mercato. Sulla carta, una buona soluzione di compromesso tra consumi, prezzo, prestazioni e agevolazioni.

La Hyundai Tucson è il primo modello del marchio ad adottare l’ibrido leggero. Sotto il cofano, un 1.6 turbodiesel da 136 CV con sistema mild hybrid a 48 Volt. Trazione anteriore e cambio manuale a sei marce. L’allestimento è quello N Line, il più sportivo, che sfoggia finiture dedicate sia dentro che fuori.

TEST DRIVE HYUNDAI TUCSON 2020

IL SISTEMA IBRIDO

Il motore elettrico da 16 CV, oltre a supportare il quattro cilindri nella spinta, svolge la funzione di motorino d’avviamento e inverter. Il sistema a 48 Volt recupera l’energia durante i rallentamenti e le frenate, ricaricando la batteria agli ioni di litio da 0,44 kWh, posizionata sotto il vano bagagli. L’energia immagazzinata viene poi utilizzata nelle accelerazioni, aiutando il motore termico.

Hyundai Tucson motore mild hybrid

Secondo la Casa, questo sistema permette un miglioramento di consumi ed emissioni fino all’11%. Trattandosi di un mild hybrid, la macchina non si muove mai solo in modalità elettrica.

In varie città sono previste agevolazioni per questo tipo di motorizzazioni elettrificate: si va dalla sosta gratuita sulle strisce blu all’entrata nelle zone a traffico limitato, fino a sconti sul bollo auto.

Approfondisci: le novità di Hyundai che avremmo visto al Salone di Ginevra 2020

COME VA

Il 1.6 turbodiesel è fluido ed elastico, consentendo allunghi decisi soprattutto quando si aziona la modalità Sport. L’aiutino elettrico, invece, non è così avvertibile al volante. 

Hyundai Tucson 2020 test drive

Per il resto, il Suv ibrido coreano è piacevole da guidare, molto spazioso, rassicurante, ma anche abbastanza agile in città, in relazione alla mole, oltre che adatto ai lunghi viaggi. La vocazione della Hyundai Tucson, infatti, è da uso intensivo, tutti i giorni. Le sospensioni assorbono bene dossi e asperità. 

ADAS

Svariate dotazioni tecnologiche, poi, migliorano comfort e sicurezza, come il mantenimento della corsia, il cruise control adattivo, la frenata automatica di emergenza con riconoscimento pedoni, il monitoraggio degli angoli ciechi e il riconoscimento dei limiti di velocità.

Hyundai Tucson 2020

La Hyundai Tucson ibrida dispone dei più moderni sistemi di sicurezza attiva e di guida assistita della famiglia Hyundai SmartSense, con tanti Adas a bordo. C’è anche il Surround view monitor, che fornisce una visione a 360° intorno all’auto, visualizzandola sullo schermo del sistema multimediale.

ESTERNI

La Tucson è il primo Suv di Hyundai con l’allestimento sportivo N Line. Combina la forte personalità del modello bestseller del marchio con lo stile dinamico e atletico della linea N ad alte prestazioni.

Hyundai Tucson frontale

Il paraurti anteriore completamente ridisegnato circonda l’esclusiva Cascading Grille in versione N Line, rifinita con cromature scure, dando alla Tucson N Line un forte impatto visivo. I nuovi cerchi in lega scuri da 19″ e lo spoiler posteriore in nero lucido ne sottolineano, invece, l’attitudine sportiva. 

INTERNI

La caratterizzazione estetica comprende pure gli specchietti retrovisori esterni neri, il logo N Line identificativo sulla fiancata e le luci diurne a Led dall’esclusivo design.

Hyundai Tucson abitacolo

L’abitacolo è ampio, sia nella parte anteriore, sia nel divano dietro. A bordo della Hyundai Tucson si ritrova l’ambiente pratico, come è tradizione delle Hyundai. Spicca la nuova plancia, con la parte superiore tutta morbida e ridisegnata per alloggiare l’ultima versione del sistema multimediale con schermo touchscreen da 8 pollici, appoggiato al centro. Sembra quasi galleggiare. Inclusi, ovviamente, Apple CarPlay e Android Auto.

Hyundai Tucson volante

All’interno, i passeggeri sono avvolti da sedili sportivi rivestiti in tessuto scamosciato/pelle, con cuciture a contrasto in rosso. Le impunture sono presenti anche sul volante, mentre il logo N fa bella mostra sul pomello del cambio. Senza dimenticare, poi, la pedaliera sportiva in alluminio.

Il bagagliaio della Hyundai Tucson mild hybrid a 48 Volt perde qualcosa in termini di capacità di carico, passando da 513 litri della versione tradizionale ai 459 litri di quella con l’ibrido leggero.

Leggi anche: la gamma Hyundai 2020

LISTINO E CANONE DI NOLEGGIO

Quanto costa la Hyundai Tucson ibrida? Il listino parte da 31.900 euro. Il 1.6 turbodiesel da 136 CV è disponibile anche con cambio automatico a doppia frizione e trazione integrale. Volendo, si può scegliere pure la versione meno potente, con il 1.6 da 115 CV (2WD).

Hyundai Tucson allestimento N Line

Se si sceglie il noleggio a lungo termine, la Hyundai Tucson 1.6 turbodiesel mild hybrid da 136 CV N Line è disponibile a un canone di 542 euro al mese (Iva esclusa). Anticipo zero. Intervallo: 36 mesi/90.000 km.

Hyundai Tucson posteriore

Come tutte le Hyundai commercializzate in Italia, anche Tucson dispone della garanzia Hyundai di “5 anni a Km illimitati”.

Leggi anche: acquisto, leasing o noleggio?

SI AMPLIA LA GAMMA

La nuova Hyundai Tucson XLine amplia la gamma del Suv bestseller del brand (scelto in Italia da oltre 75.000 clienti). La nuova versione (proposta con una gamma di motori benzina, diesel e ibridi) include cerchi in lega da 18”, fari anteriori Full Led, navigatore touchscreen da 8” con connettività Apple CarPlay Android Auto e retrocamera.

Nuova Hyundai Tucson XLine 2020

Di serie anche il pulsante d’avviamento “Start Button” con Smart Key e i più recenti e avanzati sistemi di guida assistita Hyundai SmartSense, come la frenata autonoma di emergenza con riconoscimento veicoli e pedoni, il mantenimento attivo della corsia, il riconoscimento dei limiti di velocità e la gestione automatica dei fari abbaglianti.

Il Suv Hyundai di segmento C è disponibile a zero interessi e senza anticipo, con pagamento della prima rata nel 2021.

 

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia