I tre moschettieri di Chevrolet

Febbraio 2012 – È autentica soddisfazione quella che trapela dalle parole di Paolo Volturo, responsabile flotte di Chevrolet, mentre traccia il bilancio del 2011, anno nel quale il modello più rappresentativo è stato  il crossover a 7 posti Orlando. “Le vendite – racconta – hanno registrato una crescita a due cifre sull’anno precedente grazie soprattutto alla dedizione dei concessionari, che hanno saputo sfruttare un piano molto competitivo nell’ambito del segmento flotte. Si tratta di numeri importanti per un brand in crescita come Chevrolet, con una penetrazione fleet sul totale venduto nel 2011 del 14%, in aumento di due punti percentuali rispetto al 2010”. La consapevolezza di aver chiuso un anno positivo cede il passo alla fiducia verso il futuro: “Nel 2011 abbiamo visto aumentare il volume totale e la quota di mercato. Nel 2012 vorremmo fare un ulteriore passo avanti in termini di quota di mercato e crediamo che le vendite alle flotte avranno un’incidenza importante”.

PARTNERSHIP DA CONSOLIDARE – Oltre la metà della clientela aziendale di Chevrolet è costituita da Pmi e partite Iva, in crescita di ben 10 punti percentuali rispetto al 2010. Nell’ambito flotte, una vettura su sette viene venduta agli agenti di commercio, particolarmente soddisfatti del rapporto qualità-prezzo garantito dai prodotti del marchio.P er il 2012, la politica della Casa è orientata ancora di più alla categoria delle piccole e medie aziende associate, area di sicuro interesse. “Una parte del nostro segmento flotte – spiega Volturo – è dedicata esclusivamente a questo target: abbiamo costruito partnership con importanti associazioni di categoria e quest’anno vorremmo consolidarle, grazie a un’offerta di prodotto e a un pacchetto di collaborazione che riteniamo molto interessanti”.

I TRE MOSCHETTIERI – Dal punto di vista delle auto, il 2011 ha visto susseguirsi una serie di novità tese a rafforzare l’offerta fleet della Casa statunitense. Con una percentuale di vendite alle flotte superiore al 35%, il Suv Captiva ha ottenuto un successo strepitoso, mentre Cruze è stata lanciata in estate nella versione 5 porte e nella tarda primavera di quest’anno arriverà in versione Station Wagon. “Per il 2012 puntiamo sui nostri ‘tre moschettieri’ – conclude Volturo -, cioè appunto Orlando, Captiva e Cruze. La Cruze SW verrà consacrata pubblicamente insieme a un nuovo motore 1.700 diesel da 130 Cv, con cui Chevrolet potrà essere decisamente più competitiva in termini di consumi ed emissioni”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia