L’avanzata dei Suv, l’unico segmento auto dove crescono le immatricolazioni

I Suv di tutte le dimensioni rappresentano il 36,5% del mercato, ma sono i Suv piccoli e compatti i prodotti di maggior successo: insieme fanno oltre il 31% del mercato italiano.

Crescono solo i Suv. È il dato che balza agli occhi se guardiamo le immatricolazioni auto dell’anno appena concluso (fonte: Anfia). Perché il 2018 è stato l’anno della crisi del diesel – in calo del 12%, sebbene rappresenti ancora più della metà del mercato (51,2% la quota) – ma è anche l’anno in cui continua la corsa degli Sport Utility Vehicle.nuovo b-suv jeep renegade 2019

Un trend spinto anche dalle tante proposte interessanti presenti sul mercato, come possiamo prevedere dando un occhio ai nuovi Suv in arrivo nel 2019. A netto discapito di altre tipologie di autovetture.

IL MERCATO PER SEGMENTO

Le immatricolazioni totali nel 2018 sono state 1.910.415, in lieve diminuzione (-3,1%) rispetto al 2017. In totale, nel 2018, sono state immatricolate  762.583 fra utilitarie e superutiliatarie, 696.511 Suv, 118.478 monovolumi e 46.626 vetture nella fascia dell’alto di gamma.

Immatricolazioni di autovetture per segmento, trend annuale, quote sul totale mercato (elaborazioni Anfia su dati del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti):immatricolazioni 2018 per segmento

Approfondisci: Segmenti Auto: come distinguere le diverse categorie di vetture

Chi scende

Nel 2018, il mercato dell’alto di gamma è diminuito dell’11%. Ma non è in atto un semplice downsizing: anche i segmenti più bassi (A e B) sono calati di 9 punti percentuali e rappresentano il 40% del mercato (erano il 49% nel 2013). In particolare le superutilitarie registrano un calo dell’8% rispetto al 2017 (319.206 nuove immatricolazioni). Le utilitarie, che rappresentano comunque il segmento più significativo con 443.377 immatricolazioni nel 2018, sono in calo del -9,5%.classifica auto aziendali più vendute nuova Fiat Panda 2017

Il segmento delle medie inferiori cala del 17% mentre il segmento delle medie risulta in diminuzione del 22%. I segmenti C/D rappresentano, insieme, il 14,3% del mercato, mentre nel 2013 facevano il 19%. Impressionante la discesa dei monovolumi (-20%), che ora rappresentano il 6% del mercato, contro il 12% del 2013. 

Chi sale

I Suv di tutte le dimensioni crescono del 18,5% e raggiungono quota 36,5%, più del doppio rispetto al 2013.

Leggi anche: Tutte le categorie di Suv presenti sul mercato

Nel dettaglio: i Suv piccoli crescono rispetto all’anno precedente (2017) del 18,3% per un totale di 289.308 immatricolazioni, i Suv compatti del 23,2% (ben 303.109 nuove immatricolazioni), i Suv medi del 10,8% (87.252), mentre i Suv grandi, che già rappresentavano una quota marginale del mercato, calano del -8,3% (16.842 immatricolazioni). In totale, sono stati immatricolati 696.511 Suv nell’ultimo anno.

Una tendenza destinata a durare? Per farci un’idea diamo un’occhiata alle auto più attese per il 2019:

 

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia