28 Marzo 2013

Incentivi: un’occasione persa

La notizia, in questi giorni, è stata ripresa dai principali media nazionali. E ha suscitato non poco scalpore. Gli eco-incentivi statali 2013, avviati il 14 marzosi sono rivelati un flop per le aziende (leggi l‘articolo di approfondimento) . La ragione? Il limite che li rende inaccessibili a buona parte degli utenti corporate, ovvero l’obbligo di rottamare un veicolo con almeno dieci anni di età per poterne acquistare uno nuovo con l’agevolazione statale.

SITUAZIONE INVEROSIMILE – “Gli incentivi riservati agli utenti corporate sono rimasti in pratica totalmente inutilizzati e la situazione è abbastanza inverosimile – commenta Gerardo Marletto, professore di economia all’Università di Sassari -, con il risultato che un progetto che, a mio modo di vedere, era correttamente indirizzato ai Fleet manager, non ne ha invece incontrato i favori perché congegnato in modo errato”.
Il ragionamento da cui era partito il legislatore, secondo Marletto, assumeva che, se si vuole davvero promuovere un sentire diffuso sulla mobilità alternativa, occorre partire dal segmento aziendale. “Purtroppo, però, c’è questo vincolo dei dieci anni che tarpa le ali a qulasiasi tipo di ragionamento e che, parlando di flotte, si sarebbe del tutto potuto togliere poiché di solito queste ultime non hanno in casa mezzi con un’anzianità superiore ai cinque anni. E’ un’occasione persa”.

(Un articolo completo e approfondito, con intervista a Gerardo Marletto, verrà pubblicato sul numero di aprile di Fleet Magazine)

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia