I Fleet Manager di Top Thousand a scuola di elettrico con Volkswagen

Come inserire l'elettrico in una flotta aziendale? Quali sono le ultime novità di prodotto? Ne hanno discusso i Fleet Manager dell'Osservatorio Top Thousand con Volkswagen

L’Osservatorio Top Thousand ha provato la mobilità elettrica di Volkswagen. Giovedì 29 novembre i Fleet Manager del Top Thousand, l’Osservatorio sulla mobilità aziendale che raggruppa  Fleet e Mobility Manager di grandi aziende nazionali e multinazionali attive in Italia, si sono incontrati a Roma per conoscere meglio le proposte EV di Volkswagen. Dopo l’incontro introduttivo hanno provato su strada i modelli e-up! e e-Golf.Fleet Manager Vw

L’ATTIVITÀ DI TOP THOUSAND

Spiega Gianfranco Martorelli, presidente del Top Thousand: “Questi incontri sono importanti per verificare e testare il prodotto, oltre che perfare chiarezza sulle nuove normative emissive. Il nostro Osservatorio sta creando partnership con i Costruttori, in questo caso Volkswagen, per avere un  rapporto diretto e più preciso sugli scenari di prodotto attuali”.

Riccardo Vitelli, primo presidente del Top Thousand, racconta: “Ci confrontiamo abitualmente con tutti gli stakeholder. Prima erano loro a invitarci a provare i loro modelli, adesso grazie al nostro Osservatorio siamo noi a chiedere delle giornate per confrontarci: le Case sono molto  reattive e ci stanno dando spazi per conoscere i  loro prodotti. Dobbiamo essere proattivi se vogliamo conoscere le attività di mercato”.

I PROGETTI VOLKSWAGEN IN AMBITO ELETTRICO

Il brand Volkswagen si appresta a introdurre la nuova gamma ID. Con la gamma ID., Volkswagen completerà la sua offerta di prodotto offrendo la mobilità sostenibile al 100% adatta all’utilizzo anche in flotte aziendali grazie all’autonomia estesa a oltre 500Km e al contenimento dei tempi di ricarica. Questi prodotti rivoluzioneranno il concetto di auto elettrica, rendendola alla portata di tutti, introducendo nel contempo innovazione e digitalizzazione ai massimi livelli.gamma elettrica Vw

In questa prospettiva, Volkswagen sta avviando un’attività di mappatura delle esigenze di mobilità delle aziende e di consulenza per la definizione della car list più adatta ad ogni azienda, tenendo conto anche dello sviluppo delle infrastrutture sul territorio. Queste ultime infatti rappresentano un altro ambito di grande interesse, nel quale il Gruppo Volkswagen a livello centrale e Volkswagen Group Italia stanno facendo investimenti, aderendo ad importanti progetti  europei in collaborazione con altri brand automotive e del settore energetico per favorire la diffusione di punti di ricarica in Europa (Ionity) e in Italia (Eva+).

L’ELETTRICO NELLE FLOTTE

Che ruolo ha, anche in prospettiva, l’auto elettrica nelle flotte aziendali?  Non è più un miraggio, spiega Riccardo Vitelli: “L’elettrico è in evoluzione, ormai dalla fase di sperimentazione siamo passati alla consapevolezza. Credo che la flotta del futuro sarà per forza un mix ben bilanciato di veicoli termici, ibridi ed elettrici”.Incontro Volkswagen e fleet manager

Anche secondo Martorelli l’elettrico entrerà sempre più nelle car policy, ma in modo progressivo: “Si tratta di un passaggio necessariamente graduale. Vediamo molti investimenti da parte dei Costrutturi, sull’elettrico e sull’ibrido plug-in, che può fare da ponte. Per noi un passaggio immediato sarebbe controproducente e antieconomico, dato che grande parte delle nostre flotte hanno percorrenze alte. L’elettrico ha una sua particolarità di utilizzo, con vantaggi particolari e noi dobbiamo sempre essere attenti a cogliere opportunità  e cambiamenti. Le infrastrutture sono ancora un grosso limite e noi del Top Thousand  vogliamo essere da stimolo per incentivare una vera rete per la ricarica dell’elettrico”.

Anche nell’ambito delle flotte aziendali, l’approccio di Volkswagen è mettere il cliente e le sue esigenze al centro, offrendo una consulenza qualificata nella scelta della tipologia più indicata di auto e di alimentazione.  

Volkswagen ID.

Leggi anche: Volkswagen investirà 3,5 miliardi di euro sul digitale

Le flotte aziendali rappresentano un volano per la diffusione della mobilità elettrica, grazie alla riduzione dei costi di accesso (ID. costerà indicativamente come una Golf) e alla creazione di infrastrutture all’interno delle aziende stesse. Un numero crescente di persone avrà la possibilità di godere della mobilità sostenibile, senza rinunciare al comfort. Anzi, le nuove vetture elettriche, costruite sulla nuova piattaforma modulare elettrica dedicata alle vetture elettriche MEB, godranno di un’abitabilità interna maggiore a parità di dimensioni con le vetture attuali. Infatti la piattaforma MEB consente a Volkswagen di sviluppare e costruire l’auto attorno alla batteria.

 

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia