L’infotainment integrato è più pericoloso degli smartphone?

Usare lo smartphone alla guida è pericoloso e presto potrebbe costare persino il ritiro della patente. Ma siamo sicuri che i sistemi di infotainment integrati nelle automobili mettano al riparo dalla distrazione e dalle sue conseguenze?

Smartphone automobile 2014

La nordamericana AAA Foundation for Traffic Safety e l’Università dello Utah hanno condotto uno studio che mostra come i sistemi CarPlay e Android Auto sono il 24% (5 secondi) più veloci rispetto ai sistemi Oem (original equipment manufacturer, l’infotainment integrato) quando si tratta di digitare un numero telefonico e ben il 31% (15 secondi) più veloci quando si tratta di inserire la destinazione sul navigatore satellitare.

Leggi anche: Gli insospettabili pericoli che si nascondono in auto

lL’INFOTAINMENT IN AUTO RICHIEDE TROPPA ATTENZIONE

Ogni secondo è importante: i guidatori che distolgono lo sguardo dalla strada per più di due secondi raddoppiano il rischio di fare un incidente, come riporta la AAA Foundation for Traffic Safety, che ricorda anche come negli USA la distrazione alla guida porti a 390mila incidenti e 3.500 morti l’anno. In Italia il 40,8% degli incidenti è  frutto di distrazione, mancata precedenza ed eccesso di velocità.

Migliorare i sistemi di infotainment è quindi indispensabile per garantire la sicurezza, ma siamo sicuri che siano così necessari? Google e Apple stanno dimostrando che è possibile ridurre il livello di richiesta per l’infotainment integrato (quanti di noi, pur avendo il navigatore nell’auto preferiscono usare, per praticità, quello del proprio smartphone?). I software degli smartphone hanno una maggiore familiarità e facilità d’uso, e confondono meno gli automobilisti.

Distrazione in auto infotainment
I livelli di distrazione in auto a seconda del sistema usato

LA RICERCA: ECCO COSA DISTRAE DI PIÙ 

I ricercatori hanno misurato i sistemi Andrid, CarPlay e Oem con una scala di valori quanto i sistemi di infotainment siano “esigenti” in termini di:

  • impegno cognitivo
  • impegno visuale (secondi distolti dall’attenzione alla strada)
  • tempo richiesto per svolgere le diverse operazioni

Questi sono i risultati dei livelli di impegno, e quindi di distrazione:

Usare il navigatore Chiamare al telefono Messaggiare Selezionare l’intrattenimento musicale Valutazione complessiva
Android Auto Molto alta Moderata Molto alta Moderata Moderate
CarPlay Molto alta Moderata Alta Moderata Moderate
OEM Molto alta Alta Molto alta Alta Molto alta

Per tutelare la sicurezza, la nordamericana National Highway Traffic Safety Administration raccomanda che funzioni usatissime, come programmare il navigatore satellitare e mandare messaggi testuali siano interdette quando il veicolo è in movimento. E in Europa? Ecco tutte le sanzioni per chi usa il cellulare alla guida.

La AAA ha anche paragonato i livelli di distrazione di diversi sistemi di infotainment integrato, scoprendo che generalmente i marchi premium hanno l’infotainment più distraente in assoluto.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia