17 Ottobre 2019

Internazionalizzazione e sostenibilità: i progetti di SIFÀ

SIFÀ ha progetti ambiziosi per la sua internazionalizzazione, tramite partnership con operatori esteri. Sempre senza venire meno ai suoi impegni di sostenibilità ambientale.

SIFÀ  lavora per costruire accordi di partnership con operatori internazionali. Con l’obiettivo di erogare i propri servizi di Noleggio a Lungo Termine anche in altri Paesi, mantenendo la stessa qualità e lo stesso livello di attenzione al Cliente.

Sifà: il bilancio del 2018 e gli obiettivi del 2019

ALLEANZE PER DIVENTARE INTERNAZIONALI

Il processo di internazionalizzazione è lungo e articolato, nell’ottica di dare la migliore assistenza possibile al cliente. Spesso accade che sedi nazionali di multinazionali non siano sinergiche tra loro: per questo SIFÀ persegue la strada dell’internazionalizzazione attraverso alleanze con Partner in altri Paesi. Un imprenditore ha interesse che il proprio cliente riceva l’assistenza migliore quando va all’estero e, parimenti, ha interesse a fornire un alto livello di servizio alle auto di un partner nell’ambito di un accordo chiaro.

Lo sviluppo di partnership con altre realtà potrà, inoltre, supportare l’ampliamento della market share in Italia sia con aziende multinazionali italiane sia con aziende multinazionali europee con attività in Italia, nonché consentire la partecipazione a gare internazionali.

PIÙ SOSTENIBILITÀ CON LA TELEMATICA

Per quanto riguarda la sostenibilità, SIFÀ sta crescendo anche grazie all’offerta di servizi complessi e integrati che si differenziano dalla concorrenza: i dispositivi telematici incrementano risparmio e sicurezza, contenendo le emissioni di CO2.

Scatola telematica
Scatola telematica

Questi strumenti, come le black box, consentono il controllo e il monitoraggio della flotta, in un’ottica di ottimizzazione dei costi e dell’impatto ambientale.

Analisi della flotta – SIFÀ prima classificata per la consulenza

Un punto di eccellenza di SIFÀ è l’approccio consulenziale alle aziende clienti nella costruzione della propria car policy. L’analisi della flotta su strada è fondamentale per ridurre l’impatto ambientale e rispettare limiti di CO2 sempre più stringenti: compito di SIFÀ è suggerire un adeguato mix tra vetture con motore endotermico, vetture ibride e vetture completamente elettriche. Un fattore diventato ancora più cruciale con l’entrata in vigore del WLTP e le nuove normative europee, che prevedono un deciso “giro di vite” sulle emissioni.

sifa-customer-centricity-sabino-fort

Un plus, questo, avvalorato dal primo premio in ambito consulenza (in specie sui temi di TCM – total cost of mobility, e WLTP) conferito a SIFÀ da Fleet Magazine nell’ambito della Survey “Noleggio e Qualità”.  

Anche per i veicoli commerciali

Per quanto riguarda i veicoli commerciali, nella distribuzione dell’ultimo miglio le normative richiedono sempre più basse emissioni. I costruttori di veicoli sono impegnati a proporre sul mercato nuovi prodotti, tra i quali la trazione elettrica viene considerata una sorta di punto di arrivo di tale evoluzione.

sifa-lcv

Sono prodotti che hanno il vantaggio di determinare uno stile di guida più diligente anche in funzione dei consumi, con un’attenzione maggiore alla sicurezza del driver e alle emissioni. Inoltre questi mezzi possono entrare liberamente nelle zone Ztl dei centri urbani senza dover chiedere permessi.

Sharing e nuova mobilità

Infine, SIFÀ è da sempre al fianco delle imprese e dei professionisti in cerca di forme di mobilità più evolute e sostenibili: attraverso la collaborazione di partner specializzati, SIFÀ può già rispondere a qualsiasi esigenza di mobilità condivisa (car sharing) sostenibile, rivolta sia al comparto pubblico, sia al privato, sia al Corporate.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia