La tecnologia fotovoltaica di Alta Devices per le auto elettriche Audi
 

Pannelli fotovoltaici “Made in China” per le elettriche Audi


La timeline è segnata, la tecnologia costantemente in via di sviluppo. Ormai si tratta di un’informazione ampiamente diffusa: tra il 2018 e il 2019 il mercato accoglierà le prime auto elettriche Audi.

Il Marchio dei Quattro Anelli inaugurerà la propria gamma 100% zero emissioni con una proposta di SUV di grandi dimensioni, la e-tron quattro (nella foto sopra, il concept presentato al CES 2016), già prenotabile da qualche mese in Norvegia. Dovrebbe quindi seguire una berlina pensata espressamente per competere con la Model 3 firmata Tesla.

Leggi anche: L’annuncio social che ha salutato la Tesla Model 3

Soluzioni – entrambe – che già nel prossimo futuro potrebbero beneficiare dei progressi maturati grazie al memorandum d’intesa siglato tra il Brand del Gruppo Volkswagen e Alta Devices, società sussidiaria della cinese Hanergy Thin Film Power, specializzata in pannelli fotovoltaici.

LA FORZA DEL SOLE PER LE AUTO ELETTRICHE AUDI

Gli obiettivi dell’intesa ruoteranno inizialmente intorno all’integrazione di pannelli solari nel vetro dei tettucci panoramici in dotazione ad alcuni modelli commercializzati da Audi, per aumentarne l’autonomia di marcia. Il primo prototipo sviluppato in questa direzione dal tandem dei ricercatori è atteso già entro la fine dell’anno in corso.

Le peculiarità dei pannelli fotovoltaici by Alta Devices – estremamente sottili, flessibili e ad alta efficienza energetica – consentirà tuttavia alla Casa dei Quattro Anelli di spingersi più oltre, rivestendo l’intera area superiore dei propri mezzi.

La cella solare di Alta Devices sarà impiegata per le auto elettriche di Audi

I chilowatt generati saranno convogliati all’interno del veicolo e potranno essere impiegati, ad esempio, per sopperire alla richiesta di dispositivi quali quelli che regolano l’aria condizionata – nel periodo più caldo dell’anno – e al contrario il riscaldamento dei sedili, durante i mesi invernali.

“In una fase successiva, l’energia solare potrebbe caricare direttamente la batteria di trazione dei nostri veicoli elettrici, costituendo una pietra miliare lungo la strada per raggiungere una mobilità sostenibile, a emissioni zero”

(Bernd Martens, Audi Board of Management Member for Procurement)

I QUATTRO ANELLI E LA SPINTA VERSO IL FUTURO

Oltre alle caratteristiche richiamate più sopra, i pannelli fotovoltaici di Alta Devices si distinguono sotto altri due aspetti: detengono il primato mondiale quanto a efficienza energetica e hanno una resa decisamente buona in caso sia di luce scarsa e sia di alte temperature.

Per la sussidiaria cinese si tratta della prima intesa con un marchio auto di fascia alta, come ha sottolineato il CEO della società, Jian Ding, che ha assunto nel contempo il ruolo di co-leader dell’Audi/Hanergy Thin Film Solar Cell Research and Development Project.

Leggi anche: Audi A8, grande attesa al prossimo Salone di Francoforte

“Combinando le nostre continue scoperte nel campo della tecnologia fotovoltaica con la spinta di Audi in direzione del futuro dell’industria automotive, definiremo l’auto ad alimentazione solare di domani”, ha aggiunto.

Related Posts

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*