4 Luglio 2013

Italiani e automobili, un saldo legame

Un’indagine promossa da automobile.it, portale di compravendita di veicoli, e condotta dall’Istituto di Ricerca GfK Eurisco su un campione di 250 proprietari di auto svela qual è il rapporto tra gli italiani e le proprie vetture. La maggior parte degli intervistati (con una percentuale che oscilla tra il 75 e il 69%) ha dichiarato di utilizzare la macchina per sbrigare le commissioni o per muoversi nel tempo libero, mentre meno del 50% del campione (ma va detto che il dato, riferito al solo Nord Ovest, sale al 69%) sceglie di mettersi alla guida per andare a lavorare, e ancora meno sono coloro che prendono l’auto per accompagnare i figli a scuola. Le strade più battute dai driver sono quelle cittadine; quanto alle autostrade, il 56% dichiara di percorrerle meno di una volta a settimana e ben il 35% di non farlo mai.

I VANTAGGI DELL’AUTO – A cambiare sensibilmente rispetto al recente passato è l’attenzione all’ambiente e al contenimento delle emissioni inquinanti: parallelamente al crescere di questa sensibilità ecologica si è ridotto (soprattutto tra gli over 65) il numero di chi usa l’automobile preferendo spostarsi a piedi o con i mezzi pubblici. Nonostante ciò, la macchina continua a essere considerata con favore; il 90% dei giovani tra i 18 e i 24 anni la ritiene una comodità, mentre chi ha tra i 45 e i 54 anni (il 78% circa) apprezza maggiormente  il fatto di poter raggiungere qualsiasi destinazione, cosa che i mezzi pubblici non garantiscono; l’autonomia assicurata dall’auto è considerata un plus in special modo dalle donne (71%), il comfort di guida, invece, è la caratteristica di maggior interesse per i giovani dell’Italia centrale (30% circa).

LE CONTROINDICAZIONI  –Non manca naturalmente un’analisi degli svantaggi legati all’auto: se la maggioranza assoluta (84%) lamenta gli alti costi legati al possesso di una vettura, traffico e code angustiano soprattutto i guidatori del nord est (80%), mentre l’impossibilità a trovare posteggio è un grave problema per le donne del sud (83%). Le multe, infine, sono temutissime al nord ovest, e a differenza di quanto contrariamente si crede, più nei centri medio-piccoli (38%) che nelle grandi città (26%). Al di là delle difficoltà comunque, il legame tra l’automobile e gli italiani resta saldo; per il 47% degli intervistati (percentuale che sale al 61% al sud e nelle isole) possedere e utilizzare un’auto offre più vantaggi che svantaggi.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia