Nuova Jeep Grand Cherokee L: eleganza e 7 posti di serie

Profondamente rivista sia nel design che nella dotazione tecnologica, la nuova Jeep Grand Cherokee L offre una maggiore cura d'assemblaggio e materiali di alto livello. Tuttavia, non rinuncia a prestazioni eccellenti su ogni tipo di strada, ora più performanti grazie ai nuovi sistemi di controllo di trazione e di ripartizione della coppia.

Il nome Cherokee, per Jeep, è fondamentale, non tanto in Europa quanto in Nord America. Pluri-premiata e forte di 7 milioni di esemplari venduti in 30 anni di storia, oggi la vettura è più nuova che mai: Jeep Grand Cherokee L è più grande e lunga, con tanta tecnologia e 7 posti di serie.

La nuova generazione, che debutterà nel 2021 nel mercato nordamericano, nasce per combinare le tipiche peculiarità Jeep nell’off-road, alle prestazioni su strada, allo stile e alla tecnologia. Il tutto con un’ottima qualità costruttiva, e i più avanzati sistemi di sicurezza.

Leggi Anche: Jeep 4xe, Renegade e Compass coppia d’assi ibridi

JEEP GRAND CHEROKEE 2021: NON TEME NESSUNA STRADA

La Grand Cherokee è sempre stato un modello che vuole unire tanto spazio a bordo a capacità in fuoristrada. Questo non solo viene mantenuto con la nuova generazione, ma anzi viene migliorato.

Jeep Grand Cherokee L 2021, infatti, gode di tre sistemi di trazione integrale:

  • Quadra-Trac I, una scatola di rinvio ad una velocità che usa i dati provenienti dai sensori del veicolo per regolare la ripartizione della coppia, e apportare correzioni in caso di perdita di aderenza. Per esempio, quando rileva lo slittamento di una ruota, riesce a trasferire fino al 100% della coppia disponibile sull’asse con maggiore trazione.
  • Quadra-Trac II, scatola di rinvio a due velocità con riduttore che, in caso di slittamento, agisce come il Quad-Trac I ma aggiunge un sistema di gestione della coppia Active 4-Low che migliora in generale la manovrabilità in fuoristrada, mantenendo alte le prestazioni.
  • Quadra-Drive II, con differenziale posteriore autobloccante elettronica a slittamento limitato (eLSD). È la modalità che garantisce la miglior capacità di trazione, in quanto il sistema rileva subito lo slittamento degli pneumatici distribuendo, dolcemente, la coppia alle ruote in presa. In altri casi, questo sistema è capace di prevedere situazioni di scarsa aderenza, limitando o eliminando del tutto lo slittamento. Questo sistema è disponibile, a richiesta, sull’allestimento Overland 4×4 con Off-Road Group, oppure è di serie sull’allestimento Summit.

Jeep Grand Cherokee L 2021 in rosso

Alla possibilità di scelta del sistema di trazione integrale, si aggiunge anche il sistema Selec-Terrain, un sistema di 5 diversi programmi di guida che permette di adattare il veicolo in base alla superficie, coordinando il funzionamento del gruppo propulsione, del ripartitore della coppia, della manovrabilità, dello sterzo e delle sospensioni.

Il conducente può scegliere tra cinque diversi programmi:

  • Auto;
  • Sport;
  • Rock;
  • Snow;
  • Mud/Sand.

Ognuno dedicato a un tipo di terreno, secondo la classica e sempre ottimale esperienza Jeep. Ciò significa che il conducente potrà affrontare, senza problemi, terreni sabbiosi, fangosi, rocciosi o innevati, riuscendo sempre ad adattare il veicolo.

Leggi Anche: Test Drive Jeep Renegade e Compass 4xe, stesso motore, anime diverse

PNEUMATICI DI UN ALTRO LIVELLO

Jeep Grand Cherokee L 2021 gode anche delle sospensioni pneumatiche Jeep Quadra-Lift, che godono di ammortizzazione elettronica adattiva, e garantiscono un’altezza dal suolo adeguata e un’ottima capacità di guado. 

Il sistema di sospensioni Quadra-Lif disponibile per Jeep Grand Cherokee L opera in modo automatico, ma l’utente ha sempre la possibilità di controllarlo manualmente grazie al sistema di gestione presente sulla console centrale, e può scegliere fino a 5 impostazioni in modo da regolare l’altezza del veicolo cambiando le prestazioni.

Jeep Grand Cherokee L 2021 in offroad

Si va dall’assetto Normal Ride Height (NHR) che mantiene 212 mm di altezza da terra e riduce i consumi, migliorando l’aerodinamica; fino alla Modalità Aero, che abbassa il veicolo di 21 mm rispetto alla NHR, che massimizza le prestazioni.

In generale, comunque, il sistema Quadra-Lift di Jeep Grand Cherokee L 2021 permette un’escursione massima di 106 mm, garantita dalle sospensioni pneumatiche a 4 angoli che rendono l’esperienza di guida estremamente confortevole. 

Leggi Anche: Jeep Compass restyling 2022, interni dalle grandi novità

JEEP GRAND CHEROKEE L: UN NUOVO DESIGN

Novità anche estetiche per quanto riguarda questo fortunato modello di Jeep, il quale cambia prima di tutto nell’architettura. Il cambio radicale è stato effettuato per aumentare il livello delle prestazioni, ma anche per migliorare sia la maneggevolezza dell’auto sia il suo comfort acustico. Nonché, naturalmente, i consumi.

Il frontale ristilizzato della Grand Cherokee L

Jeep Grand Cherokee L 2021 gode di una nuova monoscocca, con elementi – quali per esempio, il cofano e il portellone posteriore – realizzati interamente in alluminio, un materiale più leggero e al contempo molto resistente. Una scelta ottima, che ha permesso di ridurre notevolmente i consumi.

Ma sono stati diversi gli interventi fatti per ridurre il peso di questa vettura piuttosto imponente. Per esempio, ora l’asse è direttamente collegato al motore, e in alluminio sono anche i supporti del motore, degli ammortizzatori e dello sterzo. Ci sono elementi in magnesio, e un più leggero servofreno elettronico.

Jeep Grand Cherokee L 2021

La monoscocca, invece, è in un più evoluto acciaio altoresistenziale, che ha permesso agli ingegneri e ai designer di stampare a freddo le parti più complesse della vettura, sfruttando materiali molto resistenti. Il risultato è una struttura solida e innovativa.

Esteticamente, comunque, la nuova Jeep Grand Cherokee 2021 appare notevolmente cambiata. L’aspetto è in generale più squadrato, cosa che rende l’auto, se vogliamo, ancora più maestosa. I fari anteriori, che erano già piccoli, sono ora più sottili e hanno una nuova firma a LED. La classica griglia Jeep è stata leggermente ridimensionata, mentre c’è un nuovo disegno del paraurti, diviso in 3 griglie a nido d’ape. 

Jeep Grand Cherokee L non teme nessuna strada

Rimangono i parafanghi squadrati, e in generale la linea del profilo non è diversa rispetto a prima. Quello che si nota maggiormente è un tetto dritto, che serve per mantenere, all’interno, una seduta ottimale e confortevole anche per chi siede nei due posti aggiuntivi posteriori. Molto piacevole anche la linea cromata che percorre tutta la parte alta dei finestrini, fino a circondare anche il lunotto posteriore.

Novità, invece, per il retro dell’automobile. Il gruppo ottico è ora infatti molto più largo rispetto al passato, e più sottile. Presenta inoltre un nuovo disegno a LED e una colorazione sdoppiata, con la parte superiore rossa e la parte inferiore bianco-trasparente.

Il portellone ha un aspetto squadrato, con effetto tridimensionale, che aumenta non solo la presenza in strada della vettura, ma anche la sensazione di eleganza.

Leggi Anche: Gamma Jeep 2021, nuova Wrangler 4xe e nuova Compass al fianco dei giganti

INTERNI DI PREGIO

Completamente nuovi sono anche gli interni, per i quali i designer hanno lavorato in modo da creare l’ambiente più elegante e tecnicamente avanzato della categoria. La disposizione degli interni è radicalmente nuova, e l’abitacolo ora è moderno e al passo coi tempi.

Nel complesso, il design è stato studiato per aumentare il senso di spazio e per avere una maggiore simmetria, a partire dalla plancia, ora ridisegnata e decisamente più elegante. A partire dal display touch centrale, sapientemente incastonato nel complesso, in modo da evitare l’effetto tablet tipico di altre vetture. Inoltre, il display è orientato in alto, e verso l’utente, in modo da evitare ogni tipo di distrazione.

Jeep Grand Cherokee L 2021: interni di pregio

Grande cura anche ai materiali, a partire dall’inserto orizzontale scolpito che percorre il pannello frontale, e dalla finitura in metallo che si estende per tutta la plancia inglobando le nuove e più sottili bocchette dell’aria. A richiesta, inoltre, è possibile avere le finiture in legno sia di quercia che di noce.

Oltre alla qualità costruttiva ineccepibile, la nuova Jeep Grand Cherokee L 2021 è anche molto tecnologica. Tra la dotazione, abbiamo:

  • Display centrale da 10,1’’ con il nuovo Sistema UConnect 5;
  • Cruscotto digitale da 10,25’’.
  • Adaptive Cruise Control
  • Highway Assist
  • Sistema di visione notturna
  • Sistema di riconoscimento di limiti di velocità
  • Assistente per il mantenimento di corsia;
  • Guida autonoma L2 Hands-free Active Driving Assist, che a partire dalla fine 2021 permetterà anche di guidare senza mani sul volante.
  • Intersection Collision Assist, per individuare veicoli provenienti da destra e da sinistra.
  • Drowsy Driver Detection, che controlla tutti i movimenti del veicolo e le interazioni del conducente, per capire il livello di attenzione.
  • Rilevamento di pedoni e ciclisti.

Jeep Grand Cherokee L 2021 offre 7 posti di serie

Inoltre, data la lunghezza e il numero di posti dell’auto, è possibile anche avere una telecamera per il monitoraggio dei sedili posteriori, che proietta le immagini in HD sul display centrale e ha anche funzione di display multischermo, visione nitida dei sedili e funzione Zoom-To-Seat.

Leggi Anche: Leasys CarCloud, ecco il pacchetto Adventure con Jeep Cherokee, Compass e Renegade

I NUOVI E PIÚ EFFICIENTI MOTORI DI JEEP GRAND CHEROKEE L 

La nuova Grand Cherokee offre due nuovi, potenti ed efficienti motori, che assicurano tante prestazioni ma anche tanta efficienza.

L’equipaggiamento di serie vede il motore Pentastar V6 in alluminio, da 3,6 litri in grado di erogare 290 CV. Si tratta di un motore che ha vinto 7 volte il premio 10 Best Engines and Propulsion System, grazie all’ottimo connubio di prestazioni ed efficienza.

È disponibile, però, anche un motore più potente: un V8 da 5,7 litri e 357 CV di potenza. Le prestazioni sono ancora più grande, ma la tecnologia Fuel Saver (che disattiva 4 cilindri quando non sono necessari) permette comunque di avere ottima efficienza in termini di consumi.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia