Kia: il business corre in concessionaria

Febbraio 2012 – La svolta è arrivata a metà dello scorso anno, quando la rappresentanza del marchio Kia nel nostro Paese, in precedenza appartenente al Gruppo Koelliker, è stata assunta da Kia Motors Company Italy, diretta espressione della Casa coreana. Da allora il brand ha avviato una nuova politica, che prevede un importante sviluppo sul canale flotte. Il primo passo, ovviamente, è stato creare un’organizzazione interna ad hoc. Il secondo, in programma proprio nel 2012, consisterà invece nell’avviare l’attività vera e propria, partendo da un target preciso: quello delle piccole e medie imprese. Per la loro conquista, in particolare, sarà decisivo il lancio della nuova Cee’d a cinque porte (leggi l’approfondimento sulla berlina e sulla Sportswagon)

NUOVA ERA – “Nel 2011, per il nostro marchio si è aperta una nuova era – esordisce Fabrizio Falcombello Musumeci Greco, Fleet Manager di Kia Motors Company Italy -, quindi è stato inevitabilmente un anno di transizione, anche se in totale siamo comunque riusciti a vendere circa 22mila unità. Nel comparto flotte, invece, dal mese di settembre in poi abbiamo preparato il terreno per il 2012, costruendo una divisione dedicata. Siamo ottimisti perché riteniamo che il mercato delle auto aziendali proseguirà la crescita, seppur in maniera graduale: anche quest’anno le imprese continueranno ad acquistare vetture per le loro flotte e il Nlt, in particolare, prenderà sempre più piede”.


OBIETTIVI AMBIZIOSI – In questo contesto, Kia ha programmi di crescita ambiziosi. “L’obiettivo – conferma Falcombello Musumeci Greco – è arrivare a fine anno con 32mila unità vendute, il 10% delle quali proprio nel comparto flotte. Per cominciare, vogliamo puntare sul cosiddetto ‘Dealer Fleet’, ovvero sulla clientela delle aziende medio-piccole che può essere raggiunta attraverso la rete dei concessionari. A tal proposito, viene sviluppata una serie di attività di supporto: in primis, stiamo concludendo un accordo con un’importante società di noleggio, per garantire ai dealer sia una quotazione precisa delle vetture sia la formazione ad hoc dei venditori; in secondo luogo, nomineremo alcuni concessionari specializzati nel comparto fleet”. La scelta di partire dalle piccole aziende non è casuale, ma è stata determinata sia dall’attuale struttura dell’industria italiana, sia dalle elevate potenzialità del canale, che può essere coperto solamente con l’ausilio di un network di dealer efficiente e capillare. “Dall’altra parte – precisa il Fleet Manager -, nel 2012 continueremo comunque a rafforzare le relazioni con le società di noleggio e, quindi, a preparare il terreno per conquistare anche i grandi clienti”. 


IL LANCIO – Per raggiungere gli obiettivi, Kia ha, come detto, in serbo un’importante novità di prodotto. “Nei prossimi mesi – spiega ancora Falcombello Musumeci Greco – il nostro modello di punta sarà la nuova Cee’d a cinque porte, che verrà presentata al Salone di Ginevra e arriverà in Italia tra maggio e giugno, con motorizzazioni turbodiesel particolarmente interessanti per le flotte. Si tratta di un’auto con un design più aggressivo e dinamico rispetto alla versione precedente, pensata appositamente per la clientela europea, che sarà interamente prodotta nel nostro stabilimento di Zilina, in Slovacchia.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia