KIA, offensiva elettrica in 7 mosse: i modelli e servizi in arrivo

KIA delinea i contenuti del Plan S e lo sviluppo dell'offerta elettrica. Tanti nuovi modelli in arrivo e servizi per la mobilità: dagli abbonamenti alle batterie in leasing

Numeri, stime, per dire la via dell’elettrico come verrà tracciata da KIA e quanto inciderà nel prossimo futuro. In Europa, come in Nord America e Corea, obiettivo 20% di vendite entro il 2025 realizzato con modelli a batteria. Tappa successiva, arrivare al 25% dei volumi globali del marchio, entro il 2029.

KIA elettrica

Come? Partendo da un’offensiva di prodotto che vedrà 7 modelli inediti arrivare sul mercato tra 2021 e 2027, progetti che porteranno a contare una gamma di 11 KIA elettriche entro il 2025.

KIA, 7 NOVITÀ ELETTRICHE

Tratteggia i contorni del Plan S, visione di medio e lungo periodo, il presidente Ho Sung Song, da Hwasung, Corea. Lo fa accompagnato da un teaser che indica forme e proporzioni delle elettriche in arrivo. Suv, soprattutto, declinati per occupare i segmenti di mercato cruciali: dalla proposta urbana al suv compatto, fino ai grandi sport utility (scopri il rinnovato Sorento, anche ibrido).

ARCHITETTURA MODULARE E-GMP

Ci sarà posto anche per carrozzerie berlina reinterpretate, anche in chiave sportiva: una fastback, tra queste; una compatta. E si parte con il primo modello sviluppato su architettura E-GMP Electric-Global Modular Platform, il progetto CV per Kia. Modularità che permetterà di variare dimensioni in funzione del segmento e tipologia di modello, tutti accomunati da un’elevata spaziosità interna, essendo piattaforma specifica, nativa (ecco cosa cambia e perché fa la differenza), per l’elettrico.

nuove Kia elettriche e-gmp

800 V PER RICARICHE VELOCI E ALTE PRESTAZIONI

La sigla CV sembra dire Compact Vehicle, tradurrà i contenuti del concept KIA Imagine (foto d’apertura) in serie. Lo farà con un’architettura elettrica da 800 volt, specifica propria dei migliori competitor premium, grazie alla quale è possibile velocizzare le operazioni di ricarica e ottenere prestazioni costanti e “ripetibili”. L’architettura elettrica a 400 volt – relativa al pacco batterie – sarà destinata alle KIA elettriche dei segmenti dove il fattore prezzo ha una sua rilevanza.

RICARICA, INFRASTRUTTURA IN AMPLIAMENTO

La diversificazione dell’offerta coprirà l’ambito urbano della mobilità, le esigenze di lunghi viaggi, le performance. Tre aree accomunate da un’esigenza per KIA fondamentale: potenziare l’infrastruttura di ricarica. Lo farà, con un focus sull’Europa, attraverso l’installazione di più di 2.400 punti di ricarica i collaborazione con la rete di concessionarie; in più, l’ingresso in Ionity è un’alleanza strategica con altri competitor per ampliare l’infrastruttura.

IL NOLEGGIO E I SERVIZI PER LA MOBILITÀ

Se il prodotto resta la rappresentazione “visibile”, pratica, dell’impegno KIA sull’elettrico, non resta certo indietro il fattore dei servizi legati alla mobilità. Il potenziamento dell’offerta può considerarsi perlomeno pari all’impegno riversato sul prodotto.

Leggi anche: L’approccio Hyundai by Mobility

Verranno sperimentate nuove formule come l’alternativa all’acquisto rappresentata dagli abbonamenti, sottoscrizioni per guidare l’auto fino alla proposta di leasing della batteria, prevedendo programmi di noleggio e sviluppando il giro d’affari legato al riutilizzo e riciclo dei pacchi batteria.

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia