9 Novembre 2016

Kia Optima Business Class, quante dotazioni per le flotte

Ispirata al concept Sportspace, presentato l’anno scorso al Salone di Ginevra, la Kia Optima Sportswagon segna l’esordio del marchio coreano nel competitivo segmento delle wagon di classe media (segmento D). Il nuovo modello coniuga le doti di un veicolo pratico e spazioso con uno stile personale, caratterizzato dal profilo slanciato e aerodinamico. Previsto un allestimento ad hoc per le esigenze delle flotte aziendali. La Kia Optima Business Class, abbinata al motore 1.7 CRDi da 141 CV, offre una ricca dotazione di serie. Come optional, ci sono solo la vernice metallizzata o perlata (700 euro) e il cambio Dct a doppia frizione a sette rapporti (2.000 euro) con paddle al volante e Drive mode select, cioè il selettore delle diverse modalità di guida (normal, eco e sport).

VIDEO: LA GAMMA KIA OPTIMA BUSINESS CLASS

CARATTERISTICHE

Le dimensioni della Kia Optima Sportswagon restano le stesse della berlina (1.860 mm di larghezza, 4.855 mm di lunghezza, con un passo di 2.805 mm). Cresce solo l’altezza (che aumenta di 5 mm, raggiungendo i 1.470 mm), in virtù della presenza delle guide sul tetto. Restano le caratteristiche linee morbide e nette che definiscono il design delle Kia più recenti. Il frontale è quello della berlina mentre la parte posteriore leggermente rastremata ingentilisce l’impostazione wagon. Per chi preferisce un design più sportivo, c’è la versione GT Line. Se non basta, poi, si può scegliere la Kia Optima Sportwagon GT (monta un 2.0 turbo benzina a iniezione diretta, da 245 CV).

PARLA L’AMMINISTRATORE DELEGATO

“La Optima Sportswagon definisce l’immagine globale di Kia come brand all’avanguardia del design – racconta Giuseppe Bitti, amministratore delegato di Kia Italia -. Aggiunge un carattere di stile e praticità agli apprezzati valori della berlina. È un prodotto importante per Kia e ci aiuterà a progredire ulteriormente in un settore fondamentale. Nei mercati del Vecchio Continente, nel segmento D due terzi delle vendite (tre quarti se si parla delle flotte) sono rappresentate dalle wagon, quindi la Optima Sportswagon giocherà un ruolo chiave per attirare nuovi clienti nell’ambito delle flotte aziendali Kia”. Sarà, quindi, un modello essenziale di conquista per il marchio coreano. In Italia, si prevede la commercializzazione di mille unità l’anno della Kia Optima (il 15% nella versione ibrida). In più, “il 25% per le partite Iva e il 25% per il Rac”, puntualizza Fabio Martucci, product manager di Kia.

“La Optima Sportswagon giocherà un ruolo chiave per attirare nuovi clienti nell’ambito delle flotte aziendali Kia”
Giuseppe Bitti, amministratore delegato di Kia Italia

KIA OPTIMA BUSINESS CLASS

Kia Optima Business Class
L’abitacolo della Kia Optima Sportswagon

La Kia Optima Business Class presenta, di serie:

  1. Sedile lato guida con regolazioni elettriche in 8 direzioni e supporto lombare con regolazioni elettriche in 4 direzioni
  2. Sedile passeggero regolabile in altezza;
  3. Cerchi in lega da 17 pollici;
  4. Volante regolabile in altezza e profondità;
  5. Volante, pomello del cambio, inserti portiere e bracciolo anteriore rivestiti in pelle
  6. Bluetooth;
  7. Climatizzatore automatico bi-zona con ionizzatore;
  8. Comandi al volante;
  9. Cruise control con speed limiter;
  10. Luci diurne a Led anteriori e static bending light;
  11. Freno a mano elettrico;
  12.  Kia navigation system con schermo touchscreen da 7″, retrocamera,  7 anni di aggiornamento mappe, Kia Connected Services, Android Auto e Apple Car Play;
  13. Lane Keeping Assist System (allarme e correzione automatica guida fuori corsia);
  14. Speed Limit Information Function (rilevamento automatico limiti di velocità);
  15. Retrovisore interno elettrocromatico;
  16. Sensore luci e pioggia;
  17. Sensori di parcheggio anteriori e posteriori;
  18. Supervision cluster con schermo TFT – LCD da 4,3″.
Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia