Kia al Salone di Ginevra 2018: l’alfiere è Nuova Ceed

La passerella prestigiosa offerta a Kia al Salone di Ginevra 2018 meritava più di una novità. Per il Brand coreano sono risultate tutte incarnate principalmente dalla terza generazione di Ceed (non abbiamo sbagliato a scrivere il nome del modello, l’apostrofo è caduto nel passaggio tra una versione e l’altra).

Leggi anche: Le caratteristiche di Nuova Kia Ceed 2018

VIDEO: INTERVISTA A GIUSEPPE BITTI, A.D. KIA MOTORS ITALIA

La famiglia di vetture di “Segmento C” si è mostrata, per diversi giorni, al pubblico presente al motor show elvetico in una “veste totalmente rinnovata, sia in termini di design che di interni e di contenuti tecnologici“, ha rimarcato Giuseppe Bitti, a.d. Kia Motors Italia.

Il “numero uno” ha poi subito aggiunto: “Ceed è un modello importantissimo per il Marchio, perché la prima generazione, presentata nel lontano 2006, fu la prima Kia a offrire sette anni di garanzia“.

TECNOLOGIE DI ASSOLUTO RILIEVO

Ecco uno dei motivi per cui la Casa costruttrice coreana mantiene i riflettori accesi su questo modello, riconoscendogli una importanza particolare all’interno della sua gamma.

L’ultima generazione sviluppata è stata però rivista per rispondere ancor più compiutamente alle richieste del mercato automotive.

Kia Ceed al Salone di Ginevra 2018

Di qui la comparsa di dispositivi tecnologici, alcuni al debutto assoluto in Europa come il Lane Follow Assist, ossia l’assistente alla guida che “centra” il veicolo rispetto alle linee di demarcazione sulla carreggiata.

MOTORIZZAZIONI IN LINEA CON I TEMPI

Anche alcuni elementi proposti “sotto al cofano” sono assolutamente inediti. A partire dal motore millequattro turbo benzina a iniezione diretta da 140 Cv in luogo del millesei, stessa alimentazione, ma aspirato. Per quanto attiene ai diesel, ha esordito il millesei CRDi, declinato su due diverse classi di potenza (115 e 136 Cv).

Per quanto attiene alla carrozzeria, Kia ha pensato sin dall’immediato sia alla più tradizionale 5 porte, sia alla station wagon. Da qui al 2019 è previsto tuttavia il lancio di altre due versioni, la prima delle quali già verso fine anno corrente.

Una scelta – quelle delle quattro diverse tipologie di scelta – che si motiva a partire dal fatto che le vetture di segmento C in Italia e in Europa hanno un peso significativo nel contesto del mercato. “Vogliamo avere la Ceed giusta per i diversi tipi di cliente che si avvicinano a questo settore”, ha chiarito Bitti.

Kia Ceed al Salone di Ginevra 2018

LE AMBIZIONI DI KIA ITALIA PER IL 2018

Nel parlare del mercato automotive, l’amministratore delegato di Kia Motors Italia ha aggiunto: “È spinto dai “Km 0″, ma Kia non adotta queste politiche commerciali. Comunque, grazie alla nostra gamma e ai nuovi modelli che abbiamo presentato nel 2017, ne stiamo seguendo l’andamento”.

Con il rilancio della CEED, previsto dopo la fine della prossima estate, il Marchio dovrebbe mantenere le proprie quote di mercato, finanche crescere. O, almeno, questa è la previsione che si sentono di formulare in casa Kia.

AdBlue normativa Euro 6 emissioni inquinanti

NESSUNA ALIMENTAZIONE AL BANDO

Interpellato sulla questione diesel, che tiene banco da tempo, Giuseppe Bitti ha commentato: “È atto una demonizzazione non giustificata da fattori tecnici oggettivi. Dal punto di vista dell’inquinamento, i motori diesel moderni emettono meno C02 e sono al livello dei benzina per quanto riguarda gli altri parametri di emissione“.

Sullo stesso punto, l’a.d. Kia Motors Italia ha concluso: “Credo che il problema sia alle spalle e si tratti di regolamentare o limitare  la circolazione dei veicoli inquinanti che sono vecchi. Il diesel moderno è un motore che ha ancora tanto da dire. Credo pertanto che si debba cambiare il mix, ma che ci sia posto per tutte le alimentazioni“.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia