Kia XCeed e Ceed Sportswagon accolgono l’ibrido plug-in

L'introduzione dell'ibrido plug-in sulla gamma Ceed è prevista nel corso del 2020. Sistema di scuola Niro, abbina motore 1.6 aspirato ed elettrico al cambio DCT 6 marce

Difficile chiedere di più alla famiglia Ceed. L’arrivo di Kia XCeed ibrida plug-in e di Kia Ceed Sportswagon PHEV va ad arricchire, fronte motorizzazioni, una gamma già completa per varianti di carrozzeria.

KIA XCeed ibrida plug-in

KIA XCEED PLUG-IN HYBRID

Il passo green arriverà sul mercato nel corso del 2020, elettrificazione che incide positivamente nei bilanci di vendite Kia in Europa nel primo semestre dell’anno con un interesse crescente della clientela, che ha acquistato un modello ogni sette dotato di una forma di elettrificazione.

LE CARATTERISTICHE DI CEED IBRIDA PLUG-IN

L’ibrido plug-in sarà il primo prodotto dal marchio coreano in un impianto europeo, in Slovacchia nello specifico. Arriva dopo le proposte mild-hybrid (scopri come funziona), full-hybrid ed elettriche, su modelli diversi.

Caratteristiche di KIA XCeed ibrida plug-in

Numeri noti dal mondo Niro, quelli annunciati da XCeed e Ceed station wagon ibride plug-in. Il sistema di compone del motore termico benzina aspirato da 1.6 litri, abbinato a un motogeneratore elettrico da 60 cavalli di apporto (44,5 kW), per una potenza complessiva di 141 cavalli e, soprattutto, una spinta di 265 Nm di coppia motrice, già a 1.000 giri/min.

Approfondisci: Kia XCeed, crossover senza rinnegare la berlina

Le prestazioni dichiarate al momento dal costruttore sono di uno zero-cento orari tra i 10”8 e 11”, con la wagon leggermente più rapida. È in altri esercizi che sono destinate a eccellere.

BATTERIA E AUTONOMIA DI MARCIA

La formula tecnica adottata da Kia si differenzia da molti competitor alla voce trasmissione, visto l’impiego di un cambio doppia frizione 6 marce, anziché un sistema di filosofia CVT elettrico. Il pacco batterie ai polimeri di litio è installato accanto al serbatoio della benzina, da 37 litri, e dichiara una capacità di 8,9 kWh.

Autonomia di Kia Ceed sw ibrida plug-in

Tra i segni distintivi del design, oltre allo sportello di ricarica dietro il passaruota anteriore sinistro, le due proposte Ceed – crossover e station wagon – modificano la calandra, ora completamente chiusa, applicano badge distintivi e offrono set di cerchi in lega da 16, 17 o 18 pollici, tra dotazione di serie e soluzioni optional.

Leggi anche: Come va Niro ibrida plug-in? Il test

Conta più di ogni altro elemento il dato “ecologico”. In configurazione ibrida plug-in, XCeed e Ceed Sportswagon dichiarano un’autonomia di marcia in elettrico nell’ordine dei 60 km, obiettivo da validare e omologare.

BAGAGLIAIO UN PO’ MENO SPAZIOSO

Bagagliaio di Kia Ceed sw ibrida plug-in

Non è completamente esente da ripercussioni sul volume di carico nel bagagliaio la trasformazione ibrida plug-in. Pur essendo progetti nati con l’elettrificazione in mente, i 625 litri di volume massimo dichiarati da Kia Ceed Sportswagon si riducono a 437 litri in versione PHEV. Quanto a XCeed si passa da 426 a 291 litri.

INTERNI DI KIA XCEED PHEV, SUPERVISION PRESENTE 

Interni di KIA XCeed ibrida plug-in

Abitacolo all’interno del quale le novità riportano alle informazioni specifiche offerte dalla strumentazione e dall’infotainment, in materia di autonomia residua in elettrico e utilizzo delle fonti energetiche, tra motore termico ed elettrico. La strumentazione Supervision da 12,3 pollici è una dotazione optional, così come l’infotainment connesso da 10,25 – di serie la variante 8 pollici –.

Leggi anche: Ibride plug-in “low cost”, i modelli sotto i 40 mila €

Infotainment con integrata la navigazione verso i punti di ricarica e la possibilità di programmare le operazioni di carica della batteria una volta collegata l’auto alla presa domestica o alle soluzioni Wallbox.

CLIMA DRIVER ONLY PER RISPARMIARE

Nell’ottica della massima efficienza e riduzione degli sprechi energetici, il climatizzatore e l’impianto di ventilazione è caratterizzato dalla funzione Driver Only, che disattiva le ventole dedicate alle bocchette dei passeggeri, lasciando attiva esclusivamente quella necessaria a garantire la climatizzazione del posto guida.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia