Lamborghini Huracan Evo Spyder, a Ginevra tocchi di Performante [LIVE]

Doppia uscita per Lamborghini Huracan Evo al Salone, con la proposta coupé in prima europea e il debutto assoluto della Spyder. Su strada dalla primavera

I due volti dell’evoluzione, uno accanto all’altro. Lamborghini Huracan Evo si mostra al Salone di Ginevra in versione coupé e, in prima mondiale, con le forme della Spyder.

I contenuti tecnici sono i medesimi, le soluzioni aerodinamiche e l’elettronica a gestire la dinamica di marcia, pure.

LAMBORGHINI HURACAN EVO AL SALONE DI GINEVRA 2019

Cambia la silhouette, cambia il peso. Huracan Evo Spyder adotta la capote ad azionamento elettroidraulico, meccanismo che in 17 secondi trasforma il volto della Evo ideale per la bella stagione. E, in primavera, farà il suo debutto sulla scena, con un listino da oltre 202 mila euro (iva esclusa).

MOTORE PERFORMANTE, LE NOVITÀ

Gli interventi che rendono Huracan – coupé e spider – Evo sono mutuati in parte dalla Performante, tra motore V10 5.2 litri e modalità di guida Corsa. Il rinnovamento aerodinamico interessa l’anteriore, con una diversa fascia e canalizzazioni per le prese d’aria.

Approfondisci: Lamborghini Huracan Evo Coupé, ritocchi ad alte prestazioni

Modifiche evidenti come al posteriore, tra scarico in posizione rialzata e accentrata, spoiler più pronunciato nella parte centrale e un diffusore più elaborato.

presentazione-lamborghini-huracan-evo-spyder

Specifico della Spyder è l’impianto dietro i sedili, con le gobbe che ospitano delle canalizzazioni per gestire i flussi d’aria che passano sopra l’abitacolo, in modo da ridurre le turbolenze durante la guida a capote abbassata.

In due posizioni, chiuso o aperto, può regolarsi anche il lunotto, creando un mix di guida con il tetto sulla testa ma il sound del motore V10 libero di filtrare all’interno senza la “barriera” del lunotto.

HURACAN EVO SPYDER, LE PRESTAZIONI

L’elenco delle prestazioni di cui è capace Lamborghini Huracan Evo Spyder e Coupé passa dal comune denominatore che è il V10 5.2 litri da 640 cavalli e 600 Nm. Tempi non dissimili tra le due varianti, separate nel peso da 120 kg di differenza (1.542 kg dichiarati da Huracan Evo Spyder), per gli accorgimenti strutturali apportati alla Spyder vista l’assenza del tetto.

lamborghini-huracan-evo-spyder-salone-ginevra-2019

Da zero a cento orari, Huracan Evo Spyder accelera in 3,1 secondi, raggiunge i 325 km/h di velocità massima e registra un rapporto peso-potenza di 2,41 kg/cv (2,2 kg/cv Huracan Evo coupé).

Leggi anche: Aventador SVJ, prestazioni ai massimi livelli

INTERNI, RINNOVATO L’INFOTAINMENT

Tra le innovazioni prodotte dalle versioni Evo, non solo motore e tecnica, ma anche un rinnovato infotainment da 8,4 pollici, dotato di comandi vocali e gestuali. Dal display si può interrogare anche la telemetria, che riassume i dati dell’impiego più “allegro”.

DINAMICA RAFFINATA CON LPI 2.0 E RUOTE POSTERIORI STERZANTI

Altri dati, registrati da sensori giroscopici e accelerometri, installati in prossimità del baricentro dell’auto, rappresentano il cuore del sistema Lamborghini Piattaforma Inerziale 2.0.

design-lamborghini-huracan-evo-spyder

Dati utilizzati dal Lamborghini Dinamica Veicolo Integrata per regolare i parametri di funzionamento del motore e del telaio in modo predittivo, ovvero, adeguando la risposta dello sterzo, del motore, del cambio, della trazione integrale (con ruote posteriori sterzanti), dell’assetto, in funzione dello stile di guida utilizzato. Assetto che beneficia delle sospensioni di tipo magnetoreologico, con variazione della rigidità su ciascuna ruota.

L’offerta Lamborghini Huracan Evo, quale che si la carrozzeria preferita tra coupé e spider, potrà personalizzarsi, oltre le novità introdotte – cerchi Aesir da 20 pollici, colori inediti -, con il programma su misura Lamborhini Ad Personam.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia