Al via gli ordini in Italia per la Nuova Hyundai i10 2017

È pronta a iniziare la sua avventura sul mercato italiano la Nuova Hyundai i10 2017, ribattezzata dal marchio coreano, con un gioco di parole, la “city star del segmento A”.

L’avvio ufficiale degli ordini per la “piccola grande” asiatica (definizione sempre coniata dalla Casa costruttrice) dall’anima europea – è stata progettata e sviluppata nel Vecchio Continente, dove viene assemblata – consentirà al popolo degli appassionati di osservare più da vicino il risultato dell’operazione di restyling a cui il modello è stato sottoposto a tre anni di distanza dal lancio della precedente, seconda, generazione.

Leggi Anche: i30, l’altra euroasiatica di Hyundai

OFFENSIVA DI PRODOTTO CON LA NUOVA HYUNDAI i10 2017

La Nuova Hyundai i10 2017 è chiamata a replicare gli ottimi risultati di vendita degli ottimi otto anni, cioè da quando ha fatto la sua comparsa nel novero delle vetture di dimensioni più contenute in commercio.

Si parla a livello mondiale di 670mila unità immatricolate complessivamente, 220mila delle quali ascrivibili alla variante ora mandata in pensione, scelta in Italia da 35mila driver. Non a caso, nel nostro Paese risulta da anni una tra le più acquistate nella sua categoria .

Di là dagli interventi sul piano del “look”, in linea con la ricerca, comune un po’ a tutte le Case costruttrici, di un aspetto più moderno, sono le dotazioni inedite a bordo a reclamare la luce dei riflettori. A dispetto del posizionamento di fascia basso della i10, Hyundai è infatti intervenuta sia sul piano sia della sicurezza attiva e sia su quello della connettività.

“UNA FORMULA VINCENTE” DA PROPORRE NON SOLO IN ITALIA  

“Modello chiave” del Marchio nel nostro Paese secondo Andrea Crespi, managing director di Hyundai Motor Company Italy, la city car coreana “conferma l’elevatissima qualità costruttiva del nostro Brand e la nostra attenzione verso i dettagli, grazie al rinnovato design e all’introduzione del navigatore“, ha aggiunto.

Sempre Crespi ha parlato della i10 come di “una formula vincente che intendiamo riproporre per confermarne il successo sul mercato internazionale. […] riparte verso nuovi traguardi di tecnologia e sicurezza. In pratica, ‘Spazio alle Emozioni’, come sottolineato dalla campagna pubblicitaria di lancio”. Un’affermazione che trova la sua applicazione nella realtà, lo dimostrano (anche) le caratteristiche della nuova Hyundai Ioniq Electric.

GLI INTERNI DI HYUNDAI i10

Negli interni di Hyundai i10 il vero protagonista è lo schermo Touchscreen da 7″, integrato alle principali App per smartphone, come Apple Car Play e Android Auto.

Il navigatore può informare in tempo reale sulle condizioni meteo e sulla situazione del traffico nel percorso impostato, oltre ai punti di interesse e alla presenza o meno di Autovelox. La casa coreana garantisce anche aggiornamenti costanti ai propri clienti per 10 anni.

Gli interni di Hyundai i10

Al di là della tecnologia, la vettura – nonostante le dimensioni – accoglie comodamente al proprio interno 5 passeggeri, offrendo anche molto spazio nel bagagliaio, con gli oltre 250 litri di volume che fanno di Hyundai i10 una delle capoclassifica della propria categoria.

IL LISTINO DELLA NUOVA HYUNDAI i10 2017

Vediamo ora più da vicino come sarà strutturata la proposta commerciale studiata per la Nuova Hyundai i10 2017, disponibile da oggi in tutti showroom italiani del Marchio con quattro allestimenti (Classic, Comfort, Login e Style).

Per la fase di lancio è prevista una promozione speciale in caso di rottamazione:

  • Prezzi a partire da 8.95o euro per Hyundai i10 Classic 1.0 MPI+climatizzatore;
  • Prezzi a partire da 9.950 per per Hyundai i10 Login 1.0 MPI, versione di punta del modello, che al climatizzatore aggiunge, di serie: comandi al volante, sistema Bluetooth, Cruise Control, fendinebbia anteriori con luci diurne a LED, alzacristalli elettrici posteriori, radio MP3;
  • Prezzi a partire da 11mila euro per Hyundai i10 Style, la più tecnologica del pacchetto, che integra, tra gli altri, sensori di parcheggio posteriori. Per avere il navigatore sono richiesti mille euro in più.

Caratterizzata dal nuovo frontale, entro cui emerge l’inedita Cascading grille, negli ultimi tre anni la city car coreana è diventata “import leader nel canale privati – ha precisato Andrea Crespi -. Nel 2016 abbiamo raggiunto una quota superiore al 4% nel segmento A, uno dei più competitivi in assoluto, consegnando oltre 13mila esemplari alla clientela”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia