Land Rover “Ho scritto Defender sulla sabbia”

Land Rover celebra il Defender con un disegno su sabbia, lungo un chilometro, sulla spiaggia di Red Wharf Bay ad Anglesey, UK. La Casa britannica segna così il lancio di tre nuove edizioni limitate (2 in Italia) e l’inizio di un nuovo capitolo della storia del Defender.

L’OPERA – Per celebrare l’annuncio, Land Rover ha realizzato il più grande esemplare di Sand Art mai prodotto nel Regno Unito. A tracciare il solco del disegno – poco prima che arrivasse l’alta marea a cancellare tutto – una flotta di sei Land Rover, ognuna delle quali trainava un erpice per tracciare sulla sabbia l’inconfondibile profilo del Defender.

IL DISEGNO DEL ’47- Questa immagine è un tributo al giorno in cui, nel lontano 1947, Maurice Wilks, capo ingegnere della Rover, tracciò  la forma della Land Rover originale sulla sabbia della Red Wharf Bay e propose l’idea al fratello Spencer, Amministratore Delegato della Rover. Racconta così la nascita della Land Rover Stephen Wilks, il figlio di Maurice: “Mio padre incontrò suo fratello sulla spiaggia di Red Wharf Bay e disegnò sulla sabbia la sua idea di Land Rover”. La famiglia Wilks possedeva dei terreni sull’isola gallese e Maurice desiderava un veicolo versatile che potesse svolgere un duplice ruolo, quello di trattore leggero e di fuoristrada. “Land Rover” fu battezzato il suo lungimirante progetto i cui principi ispiratori ritroviamo oggi nelle linee del Defender.

EDIZIONE LIMITATA – L’evento ha segnato il debutto delle serie celebrative del Defender, tre modelli in edizione limitata, ognuno dei quali sottolinea un elemento diverso dell’eccezionale storia del Defender. Le edizioni Heritage, Adventure e Autobiography (quest’ultima, non commercializzata in Italia) sono tutte equipaggiate con il 2.2 litri diesel. Mentre la produzione in UK dell’attuale Defender entra nella fase finale, Land Rover intende celebrare il suo iconico modello per tutto il 2015.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia