I Manager dell’Anno premiati ai Fleet Europe Awards 2016

C’è un tocco tricolore e una forte impronta del settore farmaceutico nel contesto dei Fleet Europe Awards 2016, i riconoscimenti assegnati ogni anno da Fleet Europe nel contesto di un evento di più ampio respiro, organizzato per l’occasione a Barcellona.

Tre i premi principali sul versante corporate, tra cui l’International Fleet Safety Award, conquistato da BAT e ritirato dalla coppia Carel Aucamp e Velma Baptiste-Destouche; e l’International Smart Mobility Management Award, che ha visto salire sul palco Daan Bieleveld, Global Mobility Manager di Royal DSM.

L’EFFICACIA DI UN INTERVENTO SINERGICO

Quanto all’altro importante titolo di cui la giuria ha stabilito l’attribuzione, quello di “International Fleet Manager of the Year 2016″, sono due i vincitori da festeggiare, giacché è stata operata una distinzione in base alle dimensioni della flotta.

Per la categoria “Large” la scelta è ricaduta su Andy Leeden, Global Category Manager di AstraZeneca, in virtù della strategia studiata e applicata a livello mondiale ai 19mila veicoli che compongono complessivamente la flotta circolante in 72 paesi al mondo.

Restringendo lo sguardo sull’Europa, è stato sottolineato il lavoro congiunto con le divisioni Risorse Umane, Sicurezza e Ambiente, per ottimizzare il TCO, ricomprendendo nel discorso non solo i conducenti di mezzi dell’azienda biofarmaceutica, ma tutti i dipendenti che si spostano per motivi di lavoro. Grazie a questa sinergia è stato elaborato uno standard comune per la flotta da applicare in 32 mercati del Vecchio Continente.

Lo sforzo sta sortendo i primi risultati, giacché è già stato rilevato un decremento del 14% per quanto attiene ai costi base nell’arco del ciclo di vita quadriennale del parco veicolare. Nel 2015 si è registrato inoltre un calo del 16% nelle emissioni di CO2. Lo stesso anno all’interno del programma sulla sicurezza “DriveSuccess” ha proposto dieci moduli formativi.

FLEET EUROPE AWARDS 2016: C’È ANCHE UN ITALIANO

Come evidenziato in apertura di servizio, il settore farmaceutico ha conquistato doppiamente i riflettori in occasione della consegna dei Fleet Europe Awards 2016.

Carlo Bertolini, FM Europe - Chiesi Farmaceutici
Carlo Bertolini, FM Europe – Chiesi Farmaceutici

Merito anche di Carlo Bertolini (Chiesi Farmaceutici), responsabile del parco veicolare europeo, che conta 1.600 unità.

“Incoronato” International Fleet Manager of the Year 2016 Medium Fleet, ha visto riconosciuta la sua strategia basata su “Sette Regole d’Oro”, scritte di proprio pugno.

Il piano include la selezione dei modelli a partire dal TCO, con rilascio di massimo 120 g/km di anidride carbonica per le vetture aziendali; la definizione, per ciascun paese, di 3 marchi generalisti e di due premium; il raffronto tra le offerte di almeno due società di leasing; una durata fissa dei contratti pari a 48 mesi; il veto sui SUV e un programma per la rivendicazione da parte dei driver dei danni a fine contratto.

Alla Chiesi Farmaceutici hanno calcolato che il rispetto di questa lista porterà una riduzione dei costi di almeno il 9%. Al suo Fleet Manager Europe Carlo Bertolini sono stati inoltre riconosciuti interventi innovativi in materia di mobilità e car sharing, nonché l’introduzione di un taxi aziendale.

(Tutte le foto utilizzate in questo servizio sono riprese dal sito http://www.fleeteurope.com, e non ci appartengono. Photo credits: Benjamin Brolet)

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia