Lexus ES 300h: l’esordio degli specchietti retrovisori esterni virtuali al Salone di Ginevra 2020

Lexus presenta al Salone di Ginevra 2020 i nuovi specchietti retrovisori esterni virtuali, sulla berlina ibrida ES 300h. La tecnologia garantisce una migliore visuale con qualsiasi condizione atmosferica e luminosa e fornisce assistenza al conducente in fase di parcheggio e durante i percorsi in autostrada.

Gli specchietti retrovisori esterni virtuali debuttano al Salone di Ginevra 2020. Sono il risultato della ricerca di Lexus, che desidera offrire ai suoi clienti soluzioni sempre più tecnologiche per la sicurezza e la praticità.

LNuova Lexus ES 300h con specchietti retrovisori esterni virtuali

I nuovi specchietti esordiranno sulla berlina ibrida ES 300h e saranno immediatamente disponibili su alcuni mercati europei, mentre in Italia saranno in commercio a partire da ottobre 2020.

Leggi anche: Salone di Ginevra 2020: le novità auto

NUOVI SPECCHIETTI RETROVISORI VIRTUALI: COME FUNZIONANO

Il sistema è stato presentato per la prima volta in Giappone nel 2018, come il primo al mondo prodotto per un veicolo disponibile in grandi quantità.

I tradizionali specchietti retrovisori vengono sostituiti da telecamere ad alta risoluzione posizionate esternamente e collegate a dei monitor interni.

Questi schermi a colori, da cinque pollici, sono collocati alla stessa altezza degli specchietti retrovisori tradizionali, così da farli rientrare nella visuale intuitiva del conducente.

Nuovi specchietti retrovisori esterni virtuali di Lexus

Sulla portiera del conducente sono posizionati dei tasti che consentono di regolare l’orientamento dell’apparato.

Il veicolo comprende anche una voce del menù che dà accesso alle impostazioni del sistema, permettendo di regolare la luminosità e di programmare la ritrazione automatica delle telecamere nel momento in cui la vettura è parcheggiata. L’auto è anche dotata di Blind Spot Monitor.

Leggi anche: Come funzionano gli specchietti retrovisori digitali

Le telecamere sono posizionate all’esterno dell’abitacolo, all’interno di sedi sottili e aerodinamiche che rispettano lo stile elegante della vettura. Queste due sporgenze sono più piccole dei tradizionali specchietti retrovisori, quindi riducono il rumore del vento e non sono d’ingombro per la visuale del conducente.

Gli specchietti retrovisori esterni virtuali esordiscono al Salone di Ginevra 2020

I monitor interni permettono invece una migliore visuale dell’area retrostante e a fianco del veicolo, garantiscono la visuale in qualsiasi condizione di luce e atmosferica e forniscono un angolo di visione più ampio, insieme a delle linee di riferimento per assistere il conducente in fase di parcheggio e nella guida in autostrada.

UNA VISUALE MIGLIORE CON QUALSIASI CONDIZIONE ATMOSFERICA

Le telecamere sono dotate di riscaldatori integrati per evitare il congelamento e l’appannamento. Inoltre sono posizionate in modo da non permettere alle gocce di pioggia o di neve di arrivare allo schermo.

Il conducente ha anche la possibilità di attivare manualmente lo sbrinatore attraverso un tasto posizionato sul cruscotto. Grazie a queste tecnologie Lexus ES 300h garantisce la migliore visuale in qualsiasi condizione atmosferica.

Gli specchietti retrovisori esterni virtuali garantiscono visuale con qualsiasi condizione atmosferica

Il sistema presenta anche un sensore di luminosità che riduce l’effetto abbagliante prodotto dai fari dei veicoli retrostanti in caso di guida notturna, consentendo al conducente una visuale posteriore sempre nitida.

UNA VISUALE ESTESA PER MANOVRE PIÙ SICURE

Nel momento in cui il conducente attiva gli indicatori di direzione o la retromarcia, la visuale fornita dagli specchietti virtuali si estende automaticamente e i punti ciechi vengono eliminati, permettendo manovre più sicure.

La visuale aumenta quando vengono attivati gli indicatori di direzione o la retromarcia

Il cambiamento di visuale è segnalato al conducente tramite un’icona al margine dello schermo. Una volta terminata la manovra il sistema torna automaticamente alle impostazioni base.

Anche in questo caso il conducente può scegliere manualmente di passare alla visuale estesa, ma anche di disattivare questa funzione.

LINEE GUIDA AUTOMATICHE: ASSISTENZA IN AUTOSTRADA E PER IL PARCHEGGIO

Il sistema di visione laterale virtuale fornisce anche un’ulteriore assistenza, in fase di parcheggio e di guida in autostrada, attraverso delle linee guida di riferimento che compaiono automaticamente sulle immagini.

Dettaglio dei nuovi specchietti retrovisori esterni virtuali di Lexus

Durante il parcheggio le linee segnalano la distanza di 20 e 50 centimetri da ostacoli posteriori e di 50 centimetri lungo i lati dell’auto.

In questo caso le linee appaiono sia sulle immagini proiettate dalle telecamere, sia sul display che offre l’immagine della posizione della vettura vista dall’alto.

Nel corso di percorsi autostradali invece, le linee di riferimento segnalano al conducente la distanza di sicurezza dalle altre vetture. Fino a una velocità di 70 km/h le distanze segnalate sono di 5,10 e 15 metri. A velocità più elevate vengono segnalati anche i 30 metri di distanza.

Leggi anche: La gamma Lexus del 2020

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia