Donne e motori: chi sono le manager automotive più influenti in Italia

Non è un elenco esaustivo, ma una panoramica di alcune delle donne ai vertici in campo automotive, che si parli Case automobilistiche, servizi di mobilità, noleggio. Sono e saranno sempre di più.

Il mondo dell’automotive, almeno nei suoi ruoli apicali, è ancora prevalentemente maschile. Certo, abbiamo Mary Barry, numero uno di General Motors, e Linda Jackson, al vertice della Citroen. Ma cosa succede in Italia? Le manager che raggiungono i vertici fanno ancora notizia, il che è un bene perché possono ispirare bambine e giovani donne a seguire il loro esempio. Abbiamo raccolto volti e nomi di alcune delle protagoniste dell’automotive, del noleggio e della mobilità.

DONNE AL VERTICE

GIOIA MANETTI FRA LE “ISPIRING FIFTY”

Gioia Manetti è la vice presidente internazionale di AutoScout24, il più grande sito di annunci auto in Europa, con responsabilità per i mercati di Italia, Spagna, Belgio, Paesi Bassi e Francia. Recentemente è stata inserita nell’elenco delle Inspiring Fifty, le 50 donne italiane più influenti nel mondo della tecnologia.

Gioia Manetti AutoScout24

L’iniziativa Inspiring Fifty, dopo aver esordito nel 2013 in Olanda, è giunta quest’anno per la prima volta in Italia per selezionare le imprenditrici, manager d’azienda, docenti universitarie, ricercatrici ed esponenti delle istituzioni che si sono contraddistinte nel campo scientifico, dalla tecnologia all’ingegneria informatica, passando per la fisica e la matematica, fino ai digital media e alle telecomunicazioni. Così Gioia Manetti ha detto all’Ansa:

Perché il progresso tecnologico avanzi, dobbiamo avere la capacità di vedere quello che gli altri non vedono, di immaginare nuovi scenari, e ci servono uomini e donne di talento per sognare nuovi sogni ed inventare il mondo che verrà a misura di tutti. Nessuno vorrebbe vivere in un mondo dove la tecnologia fosse inventata e pensata solo da uomini E per questo abbiamo bisogno che le giovani donne sappiano che possono contribuire, se lo vogliono e ne hanno le capacità, anche e soprattutto nel mondo tech.
Gioia Manetti, vice presidente internazionale di AutoScout24

ROBERTA ZERBI, ALLA GUIDA DEL BISCIONE

Roberta Zerbi capo di AlfaRoberta Zerbi è la responsabile del marchio Alfa Romeo sul mercato Emea. Sta lavorando al Suv compatto del Biscione (in arrivo nel 2020). Ha lavorato in Ford e in Toyota prima di approdare in Fca, prima come direttore marketing, poi come country manager di Alfa Romeo, diventando nell’agosto 2017 responsabile del brand per Europa, Medio Oriente e Africa. Crede nella parità fra uomo e donna e guida un team composto di giovani uomini e donne affiatati tra loro.

ANTONELLA BRUNO PER LANCIA

Che la Lancia Ypsilon sia un modello femminile per eccellenza si sapeva, che la responsabile del marchio sia una donna forse un po’ meno. Antonella Bruno è la responsabile dei marchi Lancia e Chrysler per il mercato Emea. Laureata in economia e commercio, ha iniziato a lavorare nel 1998 nel settore automotive in Ford. Si occupa di diversi aspetti: dal post vendita al marketing dei ricambi al marketing delle small car. Nel 2004 è a Londra per ricoprire il ruolo di pricing specialist di Ford Europa. Nel 2006 torna in Ford Italia con il ruolo di direttore Communication e Media. Antonella Bruno entra in Fiat a fine 2007 come product director di Croma e Bravo per poi passare ad occuparsi del lancio di Fiat Freemont nel 2011. Passa in Lancia nel settembre 2011 come responsabile marketing per poi diventare l’anno successivo capo del mercato per l’Italia ed oggi responsabile del brand per la regione che comprende Europa, Medio Oriente e Africa. Qui la nostra intervista al Salone di Ginevra, 3 anni fa:

VALENTINA PEDRAZZOLI E CHARTERWAY

Valentina Pedrazzoli è entrata nei servizi assicurativi di Mercedes Benz nel 1998, nel 2014 è diventata responsabile sales fleet management per Mercedes-Benz CharterWay, la captive di cui ora è Ceo. Mercedes-Benz CharterWay, società del Gruppo Daimler specializzata nel noleggio dei veicoli commerciali ed industriali, offre ai clienti soluzioni di mobilità flessibili e complete. Charterway

Great Place to Work Italia ha nominato Mercedes-Benz CharterWay (Servizi Finanziari) tra le aziende Best Workplaces 2018, cioè i migliori ambienti di lavoro italiani secondo un’analisi che tiene in considerazione parametri quali il clima organizzativo secondo il parere dei collaboratori e le politiche di gestione aziendale.

BARBARA COVILI E MYTAXI

Barbara Covili è stata la fondatrice ed è presidente onorario di Clickutility, hub di consulenza internazionale per cogliere i cambiamenti nel mondo nell’automotive, dei servizi di mobilità e delle nuove tecnologie. Di Bologna, dal 2015 è general manager di MyTaxi Italia, una delle prime applicazioni al mondo dedicate ai taxi, che permette di richiedere o prenotare una corsa e pagarla tramite il proprio smartphone. Qui la nostra intervista alla manager per il lancio di MyTaxi a Roma:

Con oltre 10 milioni di passeggeri e 100.000 tassisti, mytaxi è presenti in oltre 100 città d’Europa, tra cui Milano, Roma e Torino e, da novembre 2018,  anche a Napoli, con una flotta di 4.000 tassisti.

DALISA IACOVINO E ATHLON

AthlonDalisa Iacovino è direttore commerciale di Athlon Car Lease. Iacovino è entrata nella società di noleggio con sede Eindhoven, nei Paesi Bassi, nel 2009, quando Athlon è arrivata sul mercato italiano. Dal dicembre 2016 il Gruppo Athlon è stato acquisito da Daimler, ma in Italia è ancora gestito in maniera autonoma. Ha una flotta di 26000 unità veicoli, gestiti attraverso le filiali di  Roma, Bologna e Milano e un network di punti d’assistenza sul territorio nazionale.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia