Maserati MC20, prime visioni aspettando il debutto

La coupé a motore posteriore centrale inizia la fase di test con il design e la carrozzeria definitiva, MC20 riporterà Maserati nel mondo delle corse e, sotto al cofano, è atteso un V6 twin-turbo

Assume contorni più chiari la sportività di Maserati MC20. La grande novità di prodotto 2020, accanto ai restyling di Ghibli e l’arrivo dell’ibrido, Quattroporte e Levante, si scoprirà il prossimo maggio, riportando in auge la sigla Maserati Corse e prefigurando l’impegno anche nelle competizioni.

Maserati MC20

MASERATI MC20

Dallo sviluppo dei sistemi, condotto su muletti di Alfa Romeo 4C modificati, si passa ai prototipi finali, che proseguiranno i test in pista, normale elemento di un percorso di sviluppo. Il tema tecnico fondamentale con MC20 è l’installazione del motore in posizione posteriore-centrale, anche qui si tratta di un ritorno, dai tempi della MC12 di inizio anni Duemila.

Leggi anche: Maserati Ghibli, come sarà il primo ibrido del Tridente?

Il piano industriale Maserati porterà, nel 2021, al lancio delle prime elettriche, saranno Granturismo e Grancabrio di nuova generazione a introdurre il marchio nel mondo delle zero emissioni, in una seconda fase anche MC20 è attesa all’elettrificazione.

MOTORE DI MASERATI MC20

Motore di Maserati MC20

Andrà ad affiancare la formula di supersportiva con motore termico, sul quale le indicazioni dicono di un propulsore V6 twin turno, che potrebbe erogare oltre 600 cavalli. Rumours da verificare nelle prossime settimane e i test in pista saranno d’aiuto per scoprire, dal sound, perlomeno il frazionamento.

Leggi anche: 6 supercar mancate protagoniste al Salone di Ginevra

Le immagini dei muletti diffuse da Maserati fanno parte di una campagna che vedrà MC20 toccare più punti in Italia. Un percorso avviato a Milano, in Piazza Affari, con la scultura di Maurizio Cattelan sullo sfondo.

I TRATTI DEL DESIGN

Uscita di Maserati MC20

Altri tratti “artistici” emergono dalla due posti a motore centrale, soprattutto è il design del posteriore a dare gli indizi più interessanti e nitidi. Si intravedono gli scarichi in posizione centrale, i fari dal taglio orizzontale, una coda affusolata e priva di appendici aerodinamiche fisse. Spuntano anche i freni carboceramici dietro i cerchi multirazze, come la griglia di sfogo dell’aria dal vano motore, appena dietro il lunotto.

Leggi anche: Levante Trofeo e GTS, il test del super-suv

Rispetto ai muletti su base monoscocca in carbonio della 4C, Maserati ha rivisto completamente le dimensioni del progetto, MC20 sarà molto più larga e decisamente più lunga rispetto alla supersportiva Alfa Romeo. Ancora poco chiari gli stilemi del Tridente sul frontale, dove la firma è attesa nel disegno della calandra e dei gruppi ottici.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia