6 Febbraio 2019

Mazda: nel 2019 Mazda3 e nuovi motori per conquistare le flotte aziendali

Mazda nel 2019 punterà sui nuovi motori Euro 6 d-Temp, sulla tecnologia SkyActiv-X e sulla nuova Mazda3 per far breccia nelle car policy delle flotte aziendali. Ecco le strategie della Casa giapponese.

Il 2019 di Mazda? Sarà un anno intenso, da affrontare con entusiasmo, forte di una gamma con tutti i motori SkyActiv già omologati Euro 6d-Temp. E con una visione sempre più orientata al premium e all’elettrificazione.

A spiegarci tutto è Alberto Esposito, Fleet & Remarketing Manager di Mazda Motor Italia, che abbiamo incontrato in occasione della presentazione della nuova Mazda3. “Il 2019 si preannuncia come un anno ricco di novità per Mazda, sia in generale sia in ottica di sviluppo della clientela Business” spiega subito. 

Nuova Mazda3 2019

MAZDA: IL BILANCIO DEL 2018 

L’ultimo anno è stato molto positivo per la Casa giapponese. “Il 2018 si è concluso con una crescita rispetto all’anno precedente: una crescita dovuta ad un’azione che abbiamo promosso sul nostro prodotto di noleggio captive Mazda Rent spiega Esposito.

La strategia vincente di Mazda è stata, dunque, quella di rivolgersi in maniera sempre più importante e decisa al target delle piccole e medie imprese e delle Partite Iva

Approfondisci: tutte le novità della Casa giapponese nel 2019

I PROGETTI PER IL 2019 

Mazda si appresta a lanciare la nuova berlina compatta, Mazda3, che segna un importante passo in avanti rispetto alla precedente generazione, tra arrivo del Mild Hybrid e l’offerta, inedita, di un motore – lo SkyActiv-X – di tipo SCCI, ovvero, la combinazione di accensione per compressione e accensione a candela. “Quest’ultimo racchiude il meglio delle propulsioni benzina e diesel” sintetizza Esposito.

Lo sviluppo del marchio giapponese nel mondo delle flotte aziendali trarrà beneficio dalla già citata proposta rinnovata nel segmento C e da una gamma caratterizzata da tutti i motori Euro 6d-Temp per far breccia nelle scelte dei Procurement Manager

Leggi anche: il nostro test drive del Suv CX-5

IL FUTURO DELLA MOBILITA’ 

Il 2019 è ritenuto da Mazda un “anno ponte”, tra entrata in vigore del ciclo WLTP (leggi tutte le cose da sapere sul nuovo ciclo di omologazione) e sviluppo verso il RDE che, nelle previsioni del marchio, porterà alla ricerca di soluzioni tecniche alternative per una mobilità sostenibile. 

“L’estate scorsa Mazda Corporation ha presentato la ‘vision 2030’, dalla quale emerge che nel 2030 circa l’85% dei veicoli che circoleranno saranno ancora alimentati da motori termici, uniti a unità elettriche. Quindi continueremo a investire risorse sui propulsori termici, senza tralasciare l’elettrificazione: Skyactiv-X sarà anche un motore Mild Hybrid e Mazda3 sarà il nostro primo modello ibrido. Nel 2020, infine, lanceremo le nostre prime unità elettriche” conclude Esposito. 

Tag

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia