Mercato auto 2013: le flotte reggono, cala la quota dei privati

Rispetto al 2012, il mercato auto nel 2013 ha visto circa 100.000 unità in meno, con le flotte stabili e un un calo nella quota privati (-7,4% nell’anno). Gli acquisti da parte delle società e per contratti di leasing finanziario si sono attestati al 18% e anche le vendite di autovetture a noleggio sono sostanzialmente stabili sul 18% del totale, un buon indicatore dell’ormai forte consolidamento del settore nella realtà economica e sociale (vedi Tabella 1). L’intero comparto delle flotte aziendali, in questa lunga fase di forte riduzione degli acquisti da parte dei privati, permane a rappresentare il 36%, percentuale che può apparire elevata, ma che deve necessariamente essere rapportata ad un mercato che vede un volume di immatricolazioni molto modesto, ritornato sui livelli degli anni Settanta.

Tabella 1 – Il Mercato auto 2013: privati, flotte aziendali e noleggio

 

Immatricolazioni

2013

2012

Var.%

13/12

 

Incidenza mercato

2013

 

Incidenza mercato

2012

Privati

833.998

900.621

-7,40

63,62

63,79

Flotte aziendali

476.951

511.130

-6,71

36,38

36,21

di cui

 

 

 

 

 

Noleggio

232.848

251.975

-5,81

18,62

18,36

Società/Leasing

244.103

259.155

-7,59

17,76

17,85

TOTALE

1.310.949

1.411.751

-7,14

100%

100%

Fonte: UNRAE Min. Trasporti ed elaborazioni ANIASA

DOMANDA IN CALO – Osservando l’andamento 2010-2013 (Tabella 2) si nota come il segmento dei privati sia passato come incidenza dal 72% al 64% circa, conseguenza diretta senza dubbio dell’aumento del carico fiscale, della semi-impossibilità di accesso al credito, delle difficoltà delle nuove generazioni e del rinvio delle spese non strettamente necessarie. L’auto continua ad essere obiettivo primario per la mobilità, ma se ne rallenta notevolmente il ricambio rispetto al decennio precedente e, considerati i costi di gestione, si tende ad un minor utilizzo. In attesa dei dati ufficiali Aniasa sulle immatricolazioni delle aziende che esercitano professionalmente il noleggio, è interessante vedere come sempre nell’ultimo quadriennio, la fase più dura della lunga crisi in atto, il settore abbia progressivamente rafforzato la propria posizione, riuscendo a offrire con stabilità servizi in linea con la domanda.

Tabella 2 – Immatricolazioni per tipologia acquirente – (incidenza % nel 2010-2013)

 

2013

2012

2011

2010

Privati

63,8

64

66,5

71,7

Società ed enti diversi

5,4

6,6

6,6

5,8

Aziende di noleggio

16,4

16,8

14,9

11,9

Autoimmatricolazioni

14,2

12,6

12

10,6

Fonte: elaborazioni Centro studi Unrae

CRESCE IL GREEN – Per quanto riguarda le alimentazioni (Tabella 3), nel 2013 ben il 15,2% del mercato è rappresentato dalle alimentazioni alternative, con il Gpl che rappresenta quasi il 9% del totale, mentre salgono in volume e quota le motorizzazioni a metano (al 5,2% di rappresentatività), le auto ibride che raddoppiano i volumi (+118,4%). E le elettriche? Seppur in aumento continuano a rappresentare una nicchia piccolissima (870 unità).Per le alimentazioni tradizionali, dopo un inizio anno in calo, il diesel negli ultimi mesi ha segnato un recupero, portandosi al 54,1% di quota, mentre la benzina è scesa al 30,7%.

Tabella 3 Il mercato auto per alimentazione nel 2013

   Alimentazione

 

Incidenza mercato

2013

 

 

Incidenza mercato

2012

Diesel

54,10

53,36

Benzina

30,65

33,14

Gpl

8,86

9,17

Metano

5,19

3,81

Ibride

1,14

0,48

Elettriche

0,07

0,04

Etanolo

0,00

0,00

Totale

100

100

Fonte: UNRAE

LA RIVINCITA DELLE UTILITARIE – Alla riduzione in volume di tutti i segmenti di mercato, si contrappone l’andamento delle utilitarie, che sono arrivate al 41% di quota (Tabella 4). Sul fronte delle carrozzerie, forti riduzioni a doppia cifra per tutte, ad eccezione delle berline, che flettono in linea con il mercato, e performance in contrapposizione per i crossover (+18,25%, pari al 10,8% del totale) e i monovolume piccoli (+29%).

Tabella 4 Il mercato auto per segmenti nel 2013

 

 

Incidenza mercato

2013

 

Incidenza mercato

2012

A – Piccole

19,14

19,16

B – Utilitarie

41,01

37,91

C – Medie

25,26

26,22

D – Medie superiori

12,27

14,17

E -Superiori

2,11

2,34

F – Alto di gamma

0,20

0,21

Totale

100

100

Fonte: UNRAE

 (Le tabelle saranno pubblicate sul numero di febbraio di Fleet Magazine)

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia