23 Settembre 2019

Come si chiuderà il mercato dell’auto 2019?

Come si chiuderà il mercato dell'auto 2019? Secondo gli esperti ci sarà un calo rispetto allo scorso anno, con in totale 1.850.000 unità. L'auspicio di tutti è che si raggiunga al più presto la stabilità economico-politica, per scongiurare il clima di incertezza che si è creato.

Come sta andando il mercato dell’auto 2019? E come si chiuderà l’anno? Due domande di estrema importanza, visto che stiamo entrando nell’ultimo trimestre. Sono stati dodici mesi sicuramente non brillanti per il settore delle quattro ruote, condizionati dall’incertezza politico-economica, dal tam tam sulle auto diesel e dal provvedimento del bonus-malus, che senza dubbio ha mancato il bersaglio. 

mercato dell'auto 2019

Fatto sta che, secondo gli analisti del mercato, le immatricolazioni raggiungeranno a fine anno quota 1.850.000 auto, in linea con quanto accaduto finora. I primi otto mesi del 2019, infatti, hanno fatto segnare un calo del -3,3%, un calo che, come testimoniano i dati Anfia, si è verificato anche ad agosto. 

Approfondisci: leggi i dati del settore automotive ad agosto

COME STA ANDANDO IL MERCATO DELL’AUTO 2019? 

Certamente, nell’ultimo mese, il trend negativo del mercato dell’auto è stato determinato dalla crisi politica, ma anche i mesi precedenti sono stati caratterizzati dal “segno meno”. Solo aprile, da inizio anno ad oggi, ha mostrato una crescita. Certo, si tratta di cali contenuti, ma, se come sottolinea Pietro Teofilatto, direttore della sezione noleggio a lungo termine di Aniasa, “sarebbe superiore a 2 milioni il quantitativo di nuove immatricolazioni tecnicamente stimato per un rinnovo del parco nazionale”. 

Dunque siamo ancora lontani. Anche Anfia e Unrae nei mesi scorsi hanno sottolineato più volte la necessità di rinnovo del parco circolante (leggi l’intervista a Michele Crisci, presidente Unrae), ma con questo ritmo è difficile arrivarci in maniera concreta e sostanziale. 

PREVISIONI DI CHIUSURA

Proiettando i risultati, è auspicabile, quindi, che il mercato dell’auto 2019 chiuda a 1.850.000 unità, contro 1.910.000 unità del 2018. Per dare un’idea, nel periodo pre-crisi eravamo attorno al 25% di auto in più. C’è da augurarsi, ribadiscono in coro le associazioni, che si raggiunga al più presto la stabilità politica, per scongiurare il clima di incertezza che si è creato. 

mercato auto 2019

Di certo, questo calo è stato determinato anche dall‘incertezza sulle motorizzazioni. Il diesel rimane leader assoluto nelle flotte aziendali, ma quest’anno, sul mercato generale, sta calando a doppia cifra. Di pari passo i motori benzina e le alimentazioni alternative, pur con un trend positivo, non sono naturalmente in grado di colmare completamente il gap.

Cosa fare per invertire la tendenza? Di sicuro servono misure per agevolare il settore auto, dal punto di vista fiscale (adeguando ad esempio la normativa italiana sulle auto aziendali a quella europea) e in termini di incentivi. No alle demonizzazioni di una singola alimentazione, sì alle motorizzazioni pulite. Di qualunque tipologia esse siano. 

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia