Mercato automotive, a maggio ennesimo calo: -8%

Trentaseiesimo calo consecutivo per il mercato automotive: con le sole 136.129 auto immatricolate in maggio,  il comparto delle quattro ruote ha infatti nuovamente perso terreno rispetto a un anno fa.  Secondo i dati del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, stavolta la diminuzione è a una sola cifra (-8% rispetto al maggio 2012), ma si tratta davvero di una magra consolazione visti i dati del calo di aprile.

CALANO GLI ACQUISTI PRIVATI – In particolare, la crisi è evidente sul mercato dei privati: la quota di quest’ultimo è infatti crollata al 59,3% del totale, cifra, come evidenziato da Unrae, più bassa di sempre. Nel cumulato dei 5 mesi, inoltre, le 608.579 auto vendute rappresentano una flessione dell’11,3% sulle 686.095 dello stesso periodo del 2012.

 NOLEGGIO IN CONTROTENDENZA Anche le società evidenziano un calo superiore al 10% e una quota stabile rispetto allo stesso periodo dello scorso anno (15,3%), mentre il noleggio, cresciuto del +2,1%, conferma la sua vocazione anticongiunturale. Qualche buona notizia, infine, arriva dall’usato : i trasferimenti di proprietà al lordo delle minivolture hanno fatto infatti segnare una crescita del 10,1%, con 418.491 unità.

URGONO INTERVENTI
Unrae, sul suo sito,  evidenzia a chiare lettere la gravità della situazione generale.  “In base alla stagionalità del mercato italiano – sottolinea il presidente, Massimo Nordio – abbiamo già raggiunto il 50% del potenziale di immatricolato di questo settore, ciò significa che nei prossimi 7 mesi potrebbe essere molto difficile recuperare in volumi e dare sostegno alla dimensione già critica del mercato, a meno che le auspicate azioni del Governo su carico fiscale ed occupazione non riescano ad innescare una migliore propensione verso i consumi e con essi attivare la spirale positiva dell’economia”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia