Mercato dell’auto: crollo d’agosto, -27% rispetto al 2020

Se lo scorso anno di questi tempi si parlava di ripartenza post Covid, quest’anno il mese delle ferie ha chiuso in profondo rosso: nonostante il rifinanziamento degli incentivi sulle auto termiche e ibride, le immatricolazioni sono calate del 27% rispetto a 12 mesi fa.

Si pensava che il rifinanziamento degli incentivi sulle auto termiche e ibride, avvenuto a inizio agosto, potesse dare una boccata d’ossigeno al mercato dell’auto, invece così non è stato: l’ultimo mese ha fatto segnare un cospicuo calo, -27,19%, rispetto ad agosto 2020, nonostante la presenza di una giornata lavorativa in più (fonte: Dataforce).

mercato dell'auto 2021: il calo di agosto

Parliamo di 64.766 automobili immatricolate, oltre 24.000 in meno in confronto allo stesso mese scorso anno, che era stato caratterizzato dall’avvio degli incentivi statali. Sul settore delle quattro ruote, continuano a pesare come un macigno la congiuntura dovuta alla pandemia e la crisi dei chip, che da mesi determina carenza di prodotto nelle concessionarie.  A questi fattori, si è aggiunto anche l’esaurimento dei fondi del bonus per le auto elettriche e ibride plug-in.

Scopri anche: come era andato il mercato a luglio

Nei primi otto mesi del 2021, il saldo rispetto al 2020 rimane positivo: l’incremento, però, adesso scende al +31% (un mese fa eravamo a +38%). Considerando che lo scorso anno è stato pesantemente condizionato dal lockdown e che rispetto al 2019 mancano all’appello 265mila immatricolazioni, non può certamente essere considerato un buon risultato.

MERCATO DELL’AUTO: AGOSTO NEGATIVO PER TUTTI I CANALI

Il risultato negativo del mercato dell’auto d’agosto è pesantemente condizionato dalla performance dei privati: -28,96% rispetto ad agosto 2020.

Anche tutti gli altri canali di distribuzione hanno fatto segnare risultati in rosso: le vendite alle aziende hanno totalizzato il -25,12%, mentre il noleggio a lungo termine ha contenuto le perdite a -7,06% (il miglior risultato tra i vari canali). Il noleggio a breve termine è calato del 19,1%, mentre le auto-immatricolazioni hanno registrato la performance peggiore (-43,6%).

BENE LE AUTO IBRIDE, FLOP DEL DIESEL

In un quadro negativo, spicca ancora una volta il successo delle auto ibride: 23.635 immatricolazioni, contro le 16.164 delle auto a benzina e le 13.958 a gasolio. Male il diesel, che ad agosto ha fatto segnare -55,58%, ma anche le auto a benzina sono calate circa del 50%. Al contrario, le auto ibride plug-in sono raddoppiate. Notevole anche lo sviluppo delle full hybrid (+41,9%) e delle mild hybrid (+56,49%). 

valori residui auto diesel

Continua la performance negativa delle auto a metano: -40,23%, mentre quelle a GPL crescono in maniera contenuta (+4,12%). Le auto elettriche, infine, sono quasi raddoppiate rispetto a dodici mesi fa: nei primi 8 mesi del 2021 ne sono già state targate quasi 40.000. 

Leggi anche: i Fleet Manager prevedono un boom di auto ibride nelle flotte aziendali

LE PREVISIONI DI DATAFORCE

Dataforce ipotizza a fine 2021 un mercato dell’auto a quota 1.541.000, con un incremento sul 2020 del +11,4%, ma un consistente calo rispetto al 2019 (-19,7%). Il quadro negativo è però mitigato da una buona notizia: l’abbassamento cospicuo delle medie di CO2 delle auto immatricolate quest’anno. Uno stato dell’arte incoraggiante, anche in vista degli ultimi dettami dell’Unione Europea.

“Il comparto automotive permane in stato di crisi conclamata, nonostante gli incentivi (peraltro insufficienti e mal distribuiti). C’è però uno spiraglio di azzurro nel plumbeo cielo del mercato dell’auto: la forte riduzione del livello di emissioni medie di CO2 delle nuove auto immatricolate quest’anno. Un chiaro segnale dell’unica funzione positiva svolta dagli incentivi, che contribuiscono ad avvicinare l’obiettivo dell’accordo di Parigi sulle emissioni di CO2, il cui target è di raggiungere una media di 116 g/km secondo il ciclo WLTP. Secondo un recente studio di Dataforce, nel primo semestre di quest’anno l’Italia ha ottenuto una riduzione del 24%, la migliore tra i Paesi a grande densità automobilistica, raggiungendo una media di 130 g/km” spiega Laura Gobbini, Data Analyst & Project Manager di Dataforce Italia.

FOLLOW US

Per rimanere sempre aggiornato sulle novità di Fleet Magazine seguici sui nostri canali social. Siamo su Facebook, Linkedin, Instagram e Google News. Iscriviti al canale Youtube ufficiale e non perderti tutti i Test Drive e gli altri video della nostra redazione.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia