11 Settembre 2017

Mercedes Classe E 350e, la nostra prova su strada

Abbiamo già testato e apprezzato, un anno fa, le qualità della nuova Classe E, la grande berlina tedesca rassicurante e all’avanguardia, infarcita di tecnologia. Adesso, però, scopriamo la variante ibrida plug-in (ossia ricaricabile attraverso una presa di corrente). La Mercedes Classe E 350e, sotto il cofano, ospita il quattro cilindri a benzina da 211 CV. Insieme al motore elettrico da 82 CV, eroga una potenza complessiva di 293 CV.

Mercedes Classe E 350e

La batteria ad alta tensione agli ioni di litio ha una capacità di 6,2 kWh. Per ricaricarla da una presa di corrente domestica, abbiamo impiegato 4 ore e mezzo. L’autonomia in modalità esclusivamente elettrica è di 23 chilometri. In effetti, nel tragitto casa-ufficio, abbiamo attraversato Milano senza mai azionare il motore termico. Non solo basse velocità, però. Anche in autostrada si possono raggiungere i 130 km/h, sempre a zero emissioni.

Approfondisci: La gamma ibrida della Stella

COME VA LA MERCEDES CLASSE E 350E

L’ammiraglia ibrida plug-in predilige le andature rilassate: la spinta offerta dai due motori è corposa (merito della grande quantità di coppia, pari a 550 Nm in totale), ma non brutale. Le batterie rubano poco spazio all’ampio bagagliaio della Mercedes Classe E 350e (prezzo di listino: 62.947 euro) Di serie, le sospensioni pneumatiche Air Body Control e una funzione di pre-climatizzazione gestibile con un’apposita app per smartphone.

Mercedes Classe E 350e in azione

La gestione intelligente del gruppo propulsore sceglie automaticamente come combinare in modo ideale l’azione del motore a combustione interna con quella del motore elettrico. Ma è possibile intervenire sull’interazione della trazione ibrida e il carattere di guida, grazie a varie modalità di funzionamento, oltre a quella Hybrid: E-Mode (solo elettrica), E-Save (mantiene la carica per poi utilizzarla in un momento più opportuno) e Charge (carica la batteria attraverso il motore termico).

Leggi anche: Al volante della versione station wagon

SEGNI PARTICOLARI

Una chicca della Mercedes Classe E 350e: il sistema che, collegato con la destinazione impostata sul navigatore, sfrutta al meglio l’energia lungo l’intero percorso selezionato e consente di arrivare nei centri abitati con la batteria il più possibile carica.

Senza dimenticare l’acceleratore aptico: con un punto di resistenza ben percepibile, il pedale informa il guidatore quando è stata raggiunta la massima potenza motrice elettrica disponibile e invita a togliere il piede quando il radar anteriore rileva un veicolo più lento in modo da risparmiare energia.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia