10 Febbraio 2013

Metano e auto: un binomio che cresce, nonostante la crisi

La notizia è di pochi giorni fa: il metano per autotrazione è entrato ufficialmente nel panel dei beni presi in considerazione dall’Istat per il calcolo dell’inflazione. Un dato che dimostra a chiare lettere la crescente importanza dei veicoli a gas naturale nel panorama automobilistico italiano. Non a caso, anche le Case (vai al nostro Speciale), in questo inizio di 2013, stanno puntando parecchio sui modelli a metano.

IN RAMPA DI LANCIO –
La testimonianza più lampante arriva dal Costruttore nazionale: dopo il lancio della Panda Natural Power, infatti, il 2013 di Fiat Group Automobiles si è aperto con l’arrivo della Lancia Ypsilon Ecochic metano, ennesima dimostrazione di quanto il Lingotto creda nell’alimentazione alternativa a gas naturale. Anche il Gruppo Volkswagen, però, ha assunto un ruolo da protagonista in questo particolare comparto, con le presentazioni ufficiali delle city car eco-up! (Volkswagen), Citigo a metano (Skoda) e Mii (Seat), mentre Mercedes e Audi hanno già annunciato rispettivamente l’arrivo della Classe B Natural Gas Drive e della A3 Sportback TCNG. Un discorso a parte merita Opel, che recentemente ha inaugurato una “gamma nella gamma” a gas con, come punta di diamante, la Zafira Tourer EcoM.

SVILUPPO A DOPPIA CIFRA –
“Il mercato dell’auto nel nostro Paese ha visto nel 2012, a fronte di un calo generalizzato delle immatricolazioni di quasi il 20%, l’aumento del 40% delle nuove immatricolazioni di veicoli a metano” sottolinea il Presidente di Federmetano, Dante Natali, che  non ha dubbi sulle potenzialità di questa alimentazione nel comparto flotte: “Rileviamo – aggiunge – con interesse il fatto che le Case mettano a listino sempre più veicoli a metano: ci aspettiamo, di conseguenza, un maggiore coinvolgimento anche da parte delle flotte e del noleggio, dalla cui offerta, finora, il metano è rimasto un po’ ai margini”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia