Microsoft studia i fari intelligenti

Guidare un’auto in condizioni meteorologiche avverse è difficile, soprattutto di notte quando ci si trova di fronte a un muro di nebbia o sotto un acquazzone. La luce dei fari dell’auto investe la nebbia o le gocce di pioggia e si riflette verso gli occhi del conducente. Di questo problema si è fatto carico un gruppo di ricercatori del Microsoft Research e del Research@Intel 2012 che ha studiato un sistema che permette alla luce dei fari di superare le gocce di pioggia e illuminare ciò che si trova davanti all’auto.

SISTEMA DI ILLUMINAZIONE – Il prototipo del sistema è composto da una telecamera, un proiettore e un divisore di fascio, collegati al processore di un computer. La fotocamera scatta una foto delle gocce di pioggia nella parte superiore del campo visivo e il processore stima la direzione delle gocce mandando un segnale ai fari, in modo che questi evitino di emettere luce quando andrebbero a intercettare le gocce. Il sistema di illuminazione messo a punto da questi scienziati è stato pubblicato sulla rivista Proceedings of the IEEE Conference on Computational Photography.

 

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia