22 Gennaio 2021

Misure antismog: in Lombardia stop ai diesel più inquinanti

Superati per quattro giorni consecutivi i limiti di Pm10, entrano in vigore le misure antinquinamento previste dal Protocollo del “bacino padano”, valide per tutti i comuni con popolazione superiore ai 30.000 abitanti.

A seguito del superamento registrato per quattro giorni consecutivi dei limiti di Pm10, con valori superiori ai 50 µg/m³, da venerdì 22 gennaio 2021 in Lombardia entrano in vigore le misure temporanee antinquinamento, valide per i comuni con più di 30.000 abitanti e per quelli aderenti su base volontaria.

Smog a Milano

Milano ha superato i 6 giorni di inquinamento, Cremona e Pavia i 9, Lecco i 3. La situazione è tuttavia meno critica rispetto allo scorso anno, quando, al 20 gennaio, i giorni di superamento erano stati 18 a Milano, 16 a Cremona e Pavia, 2 a Lecco.

Approfondisci: Auto Diesel Euro 4 bandite in Lombardia, con un’eccezione

LE MISURE ANTINQUINAMENTO IN LOMBARDIA

I divieti sul traffico

Nei comuni con più di 30.000 abitanti e in quelli aderenti su base volontaria in fascia 1 e 2 scatta il divieto di utilizzo delle vetture diesel di classe fino a Euro 4, comprese quelle dotati di filtro antiparticolato. Il blocco del traffico sarà valido tutti i giorni, dalle 8.30 alle 18.30.

Leggi anche: Valori residui, il diesel resiste anche dopo il Covid

Le regole per riscaldamento

Da venerdì 22 stop anche all’utilizzo di generatori di calore domestici a biomassa legnosa con emissioni inferiori o uguali a 3 stelle, purché in presenza di riscaldamento alternativo. Il limite di temperatura previsto all’interno degli edifici è di 19° C, con tolleranza di 2° C. La misura riguarda tutti i comuni lombardi interessati dall’attivazione delle misure.

norme-antinquinamento-lombardia

Nel settore agricolo, confermati anche il divieto di combustioni all’aperto (residui vegetali, falò rituali, barbecue e fuochi d’artificio) e di spandimento di reflui zootecnici, con eccezione delle iniezioni dirette o degli interramenti immediati. Le misure riguardano tutti i comuni lombardi interessati dall’attivazione delle misure. Raccomandata, infine, la massima adozione dello smart working (scopri gli strumenti più utili per lavorare da casa).

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia