Mobilità del futuro: Volvo avvia “Drive me”

Entro il 2017 per le strade della cittadina di Goteborg  circoleranno delle vetture a guida autonoma a marchio Volvo. Con l’obiettivo di sperimentare i benefici di questo genere di  mobilità e di raggiungere una posizione da leader nel suo sviluppo futuro, la Casa automobilistica svedese ha avviato un progetto pilota mondiale “Drive Me – vetture a guida autonoma”, che vede protagoniste un centinaio di auto a guida autonoma della casa scandinava che saranno utilizzate nel traffico cittadino per circa 50 chilometri di strade che rappresentano le tipiche arterie dei pendolari, selezionate nel centro e nei dintorni di Goteborg. A questa iniziativa hanno preso parte anche la Swedish Transport Administration (agenzia dei trasporti svedese), il Lindholmen Science Park e la città di Goteborg, e già dall’inizio di quest’anno partiranno la ricerca dei clienti, lo sviluppo della tecnologia e l’interfaccia tra utente e “cloud” per divenire realtà fra tre anni.

”I veicoli a guida autonoma sono parte integrante di Volvo, così come la visione del governo svedese di arrivare a zero incidenti stradali. Il progetto pilota pubblico rappresenta un passo importante verso questo obiettivo – ha dichiarato Hakan Samuelsson, presidente e amministratore delegato di Volvo -. Il progetto ci offrirà un panorama delle sfide tecnologiche e allo stesso tempo otterremo un prezioso feedback dai clienti reali che guidano sulle strade pubbliche”.

In particolare, il progetto servirà a valutare i vantaggi sociali ed economici della guida autonoma e a migliorare la sicurezza stradale e l’impatto ambientale. Si studieranno i requisiti delle infrastrutture per la guida autonoma, le situazioni di traffico per i veicoli autonomi e le possibili interazioni fra automobilisti alla guida di questo tipo di veicoli. Nell’ottica di semplificare qualsiasi operazione ai conducenti, è stato previsto anche un sistema di parcheggio automatico grazie al quale il veicolo, lasciato all’ingresso del parcheggio, è in grado di trovare posto da solo e parcheggiare in completa autonomia.

”Il nostro obiettivo – ha spiegato Erik Coelingh, tecnico specializzato della Volvo – è un’audi traffico alla ricerca di un ‘riparo’ sicuro se il guidatore non è in grado di riprendere il controllo del veicolo”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia