Mobilità: secondo Deloitte, vincono le formule alternative

La mobilità sta cambiando. Il 25% dei consumatori europei appartenenti alla cosiddetta Generazione Y (ovvero i nati tra il 1977 e il 1994) non progetta di comprare un’automobile prima del 2019. E’ quanto emerge dall’ultima indagine di Deloitte, relativa alle  scelte di mobilità e alle aspettative sul mercato auto.

COSA C’E’ OLTRE L’AUTO – Secondo Deloitte, in tema di mobilità, i giovani acquirenti appartenenti alla Gen Y, opteranno invece per modalità di  trasporto alternative – mezzi pubblici, taxi, agenzie di noleggio e lo spostamento a piedi o in bicicletta – a causa della loro convenienza rispetto al possesso di un’auto personale.

UNA NUOVA MOBILITA’ – Il nuovo studio condotto dal team Deloitte Global Automotive, 2014 Global Automotive Consumer Study: Exploring European consumer mobility choices, sottolinea anche la crescente  attenzione da parte delle Case automobilistiche nei confronti delle nuove esigenze di mobilità – aspetto, questo, sottolineato anche da Aniasa – e al comportamento di acquisto di un target di consumatori che si stima possa  raggiungere i 106 milioni in Europa entro il 2020. Il report analizza le risposte di più di 23.000 consumatori che vivono in Italia, Belgio, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Paesi Bassi, Turchia e Regno Unito.

GENERATION NEXT – “I risultati di questo studio dimostrano come la passione di lungo corso degli europei per la propria auto si esaurisca con questa ultima giovane generazione amante della tecnologia e in grado di connettersi con amici e familiari sempre e ovunque ” afferma  Marco Martina, partner di Deloitte.  Secondo Martina, “non è sorprendente che la Gen Y, gravata dai crescenti livelli  di debito e affacciatasi sul mercato del lavoro sulla scia di una delle più grandi crisi  economiche, si stia rivolgendo al ben consolidato mercato dei trasporti pubblici europei e ai taxi nonché alle emergenti soluzioni di trasporto quali ad esempio Uber, per soddisfare le proprie esigenze di mobilità”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia