4 Settembre 2013

Mobilità integrata: l’indagine di Fleet Magazine

Sul numero di Fleet Magazine di settembre troverete la nostra indagine sulla mobilità integrata, fatta a tappeto su un panel di trenta imprese italiane di svariate dimensioni.

La gestione integrata delle funzioni Fleet & Travel, unita a quella degli spostamenti casa-lavoro, ha cominciando a svilupparsi, ma ci sono ancora ampi margini di miglioramento e evoluzione. Oltre la metà delle aziende da noi interpellate ha dichiarato un orientamento deciso verso la mobilità integrata.

GRANDI IMPRESE- In particolare, la tendenza delle imprese più grandi (parliamo di quelle con oltre 1000 auto in parco) è quella di concentrare la responsabilità dei cosiddetti Mobility Services – Business Travel, flotta e, solo in alcuni casi, anche gli spostamenti casa-lavoro – in un’unica figura e, conseguentemente, affidare la gestione a un’unica divisione centrale.

LE PMI- La quasi totalità delle aziende più piccole (1-100 mezzi), invece, fatica ancora ad accogliere al proprio interno il concetto di mobilità integrata, mentre per quanto concerne le medie realtà (100-1000 mezzi) qualcosa di concreto comincia a muoversi. Soprattutto quelle che operano in città hanno esigenza di ottimizzare i percorsi casa-ufficio, attraverso convenzioni con le società di trasporto pubblico e il ricorso a navette aziendali.

IL MOBILITY MANAGER – è una figura abbastanza diffusa nelle grandissime aziende, ma tutt’altro che indispensabile nelle altre realtà. Non a caso, il 36% del nostro panel ha adottato questo ruolo professionale. All’interno di tali aziende, il manager della mobilità si occupa principalmente degli spostamenti casa-lavoro dei dipendenti, in ottica di razionalizzazione dei costi e promozione della cultura “green”.

VERSO UNA MOBILITA’ SOSTENIBILE –  La causa ambientale è al centro delle iniziative di corporate car sharing e car pooling, ancora sporadiche, ma già alquanto diffuse nelle realtà con parchi di oltre 1000 mezzi.

PRIMA DI TUTTO, SICUREZZA E RISPARMIO – La nostra indagine di mercato prevedeva una domanda su quali fattori pesano oggi maggiormente nell’ambito della mobilità aziendale: le aziende hanno indicato in primis la sicurezza e, in secondo luogo, il contenimento dei costi (le due opzioni sono state citate, in totale, dal 79% delle aziende interpellate).

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia