Motor Show 2017: il Gruppo PSA punta i riflettori su DS 7 Crossback

Al Motor Show 2017 lo stile premium di DS 7 Crossback


Sino al 10 dicembre prossimo DS 7 Crossback, il primo Suv premium nella storia del Gruppo PSA, è una delle “decorazioni” più luminose sull’albero del Motor Show 2017.

Leggi anche: Scopri dove vedere le 7 finaliste del premio “Auto dell’Anno 2018”

Dai padiglioni di BolognaFiere, dove la kermesse si è aperta lo scorso 2 dicembre, la novità del colosso transalpino è pronta a lanciarsi direttamente all’attacco del mercato automotive italiano.

Le premesse per un successo sembrano esserci, dalla categoria di appartenenza – Sport Utility Vehicle – alla taglia, compatta. Il tutto impreziosito da soluzioni caratteristiche dell’alto di gamma.

Carlo Leoni, direttore Comunicazione e Relazioni Esterne del Gruppo PSA in Italia, ha accennato a un “momento molto importante per il marchio DS”, che si situa alla vigilia del lancio commerciale del primo modello di seconda generazione per il brand transalpino, affrancatosi da Citroën e divenuto indipendente nel 2014.

AL MOTOR SHOW 2017 UN MODELLO CON “TUTTE LE CARTE IN REGOLA”

Il C-Suv del colosso transalpino sarà chiamato a sostenere la sfida inaugurata ormai tre anni orsono. Lo farà sfruttando i contenuti tecnologici e qualitativi che lo connotano, tutti estremamente importanti ai fini del confronto con i diretti competitor.

Leggi anche: Perché DS 7 Crossback, un’auto “presidenziale” 

Nel descrivere DS 7 Crossback Carlo Leoni ha parlato di un “veicolo che incarna perfettamente il ‘savoir faire’ e il lusso ‘alla francese’, da contrapporsi alle proposte dei costruttori tedeschi all’interno di un mercato molto agguerrito come è quello dei Suv premium. SI tratta pertanto di una sfida tanto ambiziosa quanto estremamente difficile”.

Al Motor Show 2017 una delle star è DS 7 Crossback

 

Dalla sua il modello del Gruppo PSA sembra poter contare tuttavia su una serie di “plus”: oltre alla qualità costruttiva e alla tecnologia di cui sopra, sotto la lente d’ingrandimento si trovano altri elementi, tra cui:

  • attenzione ai dettagli;
  • scelta di materiali di pregio;
  • motorizzazioni performanti – sia diesel sia benzina (vedasi il duemila BlueHDi da 130 Cv e 180 Cv e il millesei turbo PureTech da 225 Cv);
  • ampia possibilità di personalizzazione degli interni (dai materiali ai colori). Gli allestimenti proposti sono sei: Bastille, Rivoli, Faubourg, Opera, Performance Line e Première).

DS 7 CROSSBACK ALLA CONQUISTA DEL SETTORE B2B

Il marchoo DS ha annunciato che provvederà inoltre al potenziamento della rete commerciale operativa nel nostro Paese, con l’apertura di 47 nuovi punti di vendita entro la fine del 2018.

L’operazione è sostenuta dalla convinzione che, al pari della gamma, anche l’approccio verso il cliente debba essere innovativo, nonché di contenuto ancor più elevato rispetto al passato.

“I servizi collegati a DS 7 Crossback saranno molto importanti – ha soggiunto Leoni -. Anche se oggi l’esperienza di acquisto può essere fruita online, il punto di contatto tra concessionario e cliente seguita a costituire un passaggio molto importante al momento della formalizzazione del contratto“.

Leggi anche: Come era andata l’anteprima nazionale di DS 7 Crossback al Salone di Torino

Grazie al nuovo modello portato al Motor Show di Bologna il Gruppo PSA ambisce a conquistare sia il segmento dei privati sia il mondo delle aziende e dei professionisti. Il C-Suv francese “è assolutamente in linea con le aspettative della clientela B2B, area dove le nostre quote di mercato in Italia stanno crescendo – ha concluso Leoni -. Occorre perciò creare un ‘fil rouge’ sia con i grandi noleggiatori e sia con i clienti“.

Related Posts

Scrivi un commento

La tua casella di posta non verrà pubblicata.

*