Movers Rent (Nlt), più presenti sul territorio per crescere

Nonostante la crisi stia picchiando duro sul comparto del noleggio, Movers Rent si avvia a chiudere il 2012 con gli stessi risultati dell’anno precedente. “Nel 2011 abbiamo fatturato 3,5 milioni di euro sulla rete – dichiara il direttore generale Roberto Cavaliere -. Continuiamo a mantenere questi volumi e contiamo di aumentarli in maniera sensibile nel prossimo biennio, mediante delle operazioni di marketing, la realizzazione di nuovi strumenti che ci permetteranno di competere in maniera più efficace e attraverso una maggiore presenza sul territorio”.

NUOVE FILIALI – Movers Rent, rispetto agli altri player del settore operanti in Italia, offre una formula di renting abbastanza innovativa: la rete di noleggio a cui si rivolge la società è costruita interamente dai concessionari con le modalità del franchising. A tal proposito, la società ha pianificato, per il 2013, un piano di investimenti orientato allo sviluppo del brand sul territorio e alla nascita di nuove filiali. “Abbiamo avuto un picco di 70 punti di noleggio – spiega il direttore generale -, ma tra il 2010 e il 2011 il numero si è fisiologicamente ridotto”. Una flessione legata a due fattori: da una parte la crisi abbattutasi sui concessionari, target preferenziale per la realizzazione della rete, dall’altra l’incremento esponenziale delle tariffe assicurative, specie quelle del comparto Fleet. “Abbiamo perso alcuni punti di noleggio nell’ultimo biennio – commenta Cavaliere -, ma contiamo di recuperare questo gap entro il prossimo anno andando a gestire, nel prossimo quinquennio, una rete di 100 punti di noleggio sul territorio italiano”.

Latest From Our Instagram
@fleetmagazine_italia